Gestione Colore: Cos’è il Profilo Colore e Cos’è Importante Sapere

Gestione Colore

Se sei un progettista, ti ritroverai spesso a dover lavorare con le immagini per definire e diffondere dei messaggi.

I colori si rivelano senz’altro essere un elemento molto importante delle immagini; di conseguenza, la resa del colore è un aspetto estremamente importante della tua professione di designer, sul quale si basa tutto il lavoro che compi per arrivare ai risultati che desideri ottenere.

È dunque doveroso analizzare con cura quei dettagli tecnici che possono fare la differenza fra un lavoro ottimo e uno di scarsa qualità.

Gestione del Colore

La gestione del colore implica la realizzazione di un ambiente composto da dati coesi e ordinati (non a caso, un’immagine è costituita da una serie di dati), che interessano un processo che nasce con l’acquisizione dell’immagine e termina con la sua resa finale, sia su monitor che su smartphone o carta stampata.

Gestire i colori ti consente di tenere sotto controllo la coerenza di tutto il progetto e della resa finale delle immagini su differenti dispositivi, in modo da comunicare alcune precise informazioni, all’interno di uno specifico range.

Chi desidera stampare può avvalersi della gestione del colore per realizzare dei profili di output in linea con precisi standard.

colori corretti
grafica gratis

Credi sia troppo difficile? Non preoccuparti, perché non lo è affatto.

Semplificando la questione e riducendola ai minimi termini, la gestione del colore comporta la scelta del campo d’azione più consono, una lavorazione agevole e delle variazioni minimali (se non azzerate) quando si realizzano delle esportazioni.

Una questione del tutto differente è invece quella della correzione del colore; si tratta di una materia che comprende una serie di procedimenti volti a ottenere un’immagine quanto più in grado di trasmettere le sensazioni che sarebbero state percepite in prima persona, nel luogo in cui l’acquisizione è stata realizzata.

Parliamo cioè di eliminare le dominanti, bilanciare il bianco e così via.

Si potrebbe in realtà sfruttare anche la correzione del colore da un punto di vista artistico, in modo da conferire alle immagini il “mood” adeguato per accompagnare nel migliore dei modi l’informazione.

Qualunque sia la necessità che desideri soddisfare, non dovresti mai dimenticare che la correzione del colore è un’operazione che modifica i valori cromatici in linea con le tue preferenze; la gestione del colore, invece, è un meccanismo volto al mantenimento della resa cromatica più adeguata, nonostante i trasferimenti fra dispositivi diversi.

Credo sia importante saper gestire queste due materie, che sovente sono strettamente correlate fra loro, in modo da ottimizzare i risultati finali.

In questa pagina non tratteremo la correzione cromatica, ma ci focalizzeremo sulla gestione del colore, dato che comprenderne le basi ci consente di ottenere un lavoro preciso e curato, che assicura una qualità eccellente.

Dispositivi per la Gestione del Colore

Ricorda sempre che solamente attraverso la gestione del colore avrai la possibilità di ottimizzare la corrispondenza, ossia la coerenza delle colorazioni fra dispositivi come monitor, scanner, fotocamere e stampanti.

colori
grafica gratis

Ogni dispositivo, sia di input che di output, presenta un preciso “intervallo” di spettro dei colori (chiamato anche Gamut), che è in grado di riprodurre.

Il passaggio fra dispositivi differenti, al quale può seguire il processo di stampa, implica un mutamento dei colori, più o meno percepibile dall’occhio umano, in base al Gamut della periferica di output, o all’accoppiata supporto/stampante.

Una precisa gestione del colore ti consente di trasformare i colori del tuo lavoro, ottenendo una riproduzione lineare da parte di ogni dispositivo e in particolare una corrispondenza di colori quanto più accurata possibile fra quelli che puoi vedere sul monitor e sulla carta stampata.

Malgrado ciò, bisogna dire che una corrispondenza impeccabile non è per nulla semplice da ottenere, a meno di non disporre di un monitor eccezionale, capace di mostrare un Gamut RGB molto vasto e una resa cromatica di qualità nella stampa.

Nella maggior parte dei casi può essere sufficiente un monitor ben calibrato, lavorando nell’esportazione con un profilo di output più adeguato.

La Definizione del Campo da Gioco

Quando cominci un lavoro hai il compito di descrivere il campo da gioco, ossia lo spazio che hai la possibilità di scegliere in base alle necessità fra il modello RGB oppure CMYK, ottenendo uno spazio cromatico il più vasto possibile.

Perché diciamo “il più vasto possibile?”. Perché, in ogni caso, con esso si ha la possibilità di rimuovere le informazioni eccedenti.

Viceversa, non si può sempre recuperare le informazioni tagliate via, in particolare se queste sono state salvate in un formato con perdita d’informazione; in quest’ultimo caso le informazioni saranno perse per sempre.

selezione colori
grafica gratis

Comprendere il flusso delle informazioni di colore

Il flusso delle informazioni relativo al colore passa attraverso la periferica di acquisizione (solitamente uno scanner o una fotocamera), con un profilo legato all’immagine, sempre RGB.

La differenza più rilevante è quella tra i differenti profili sRGB (dove la “s” indica standard), ProtoPhoto RGB e Adobe RGB (in modo crescente; quest’ultimo è il campo più vasto).

Le informazioni vengono in seguito trasmesse a un Motore di Conversione, il quale gestisce i colori e realizza le conversioni dei profili; in sostanza stiamo parlando di un interprete.

Il motore si allaccia a un programma di grafica che decodifica i dati cromatici in base allo spazio realizzato per il lavoro.

Questo software ti consente di operare su impaginati e immagini, inviando, in seguito, il materiale al Motore di Conversione.

Il sistema provvede poi a inviare le informazioni dopo averle convertite in base al profilo ICC di output, probabilmente sRGB se lavori per il web (o generalmente per i monitor) e Fogra39 se lavori per la stampa (se il tuo stampatore non ti offre un profilo ad hoc o alcune informazioni dal suo flusso di lavoro).

L’immagine è in grado di semplificare un concetto che può sembrare complicato.

Quale profilo impiegare per il salvataggio del file?

Quando avrai terminato il lavoro, dovrai definire un file chiuso (lo sottolineiamo).

Dovrai poi applicare un profilo di output per trasformare i valori cromatici del tuo lavoro.

Con tale profilo potrai definire l’output, per esempio dopo l’elaborazione di una foto o di una creazione grafica.

colori gestione
grafica gratis

Se invii un lavoro esclusivamente sui social, hai la possibilità di creare un file dal profilo standard, che sarà visualizzato da quante più persone possibile.

Per esempio può essere in JPG con profilo sRGB; un lavoro da stampare al service online potresti salvarlo in formato PDF, che nella maggior parte dei casi dovrai trasformare nel profilo Fogra39 nello stadio di output.

Come avrai compreso leggendo fino a questo momento, il file iniziale disporrà di immagini in RGB, che il meccanismo di conversione trasformerà in CMYK, per rimanere nel Gamut del Fogra39.

In sostanza, una corretta gestione dei colori ti consentirà di evitare alcuni problemi, ottenendo una migliore corrispondenza fra il monitor e la stampa, che si traduce non solo in una qualità migliore per i tuoi lavori, ma anche in una maggiore comprensione sul funzionamento dei valori cromatici.

Un’ultima informazione

Qualora tu volessi affidarti a uno stampatore dotato di strumenti più validi dei tuoi, invece di usufruire di un servizio online, allora avresti la possibilità di realizzare un PDF che mantiene legato il profilo agli elementi.

Ciò vuol dire che alle fotografie sarà lasciato il profilo RGB e ai vettori il profilo che avrai associato durante la loro realizzazione; sarà compito del RIP di stampa trasformare opportunamente queste informazioni in base al Gamut rappresentato dalla gamma di inchiostri e dal supporto selezionato.

Sottolineo come questo abbia senso solamente se lo stampatore è consapevole del lavoro che svolge, se presenta un RIP aggiornato e dispone di macchinari con Gamut esteso.

Volete Imparare i Fondamenti della Grafica?

Se desiderate imparare le basi della grafica potrete trovare sul nostro sito una vasta gamma di risorse gratuite, che potranno aiutarvi a utilizzare nel migliore dei modi i software Adobe in maniera rapida e semplice.

Disponiamo anche di diversi corsi che vi consentiranno di ottenere non solo le basi, ma anche di imparare i concetti più complessi della grafica.

Sono stati realizzati da designer esperti, quindi potete fare senza dubbio affidamento su di loro:

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.