Conversione Stampa RGB in CMYK: Come Conventire un Progetto?

Conversione RGB in CMYK

Il modello di colori di tipo additivo RGB viene principalmente utilizzato per realizzare immagini che solitamente non devono essere stampate.

Quando invece le nostre immagini non sono destinate a rimanere sul monitor di un computer ma sappiamo che procederemo alla stampa, è necessario un altro modello.

La quadricromia (CMYK)

La quadricromia è un metodo di colore a quattro canali (CMYK) che consente, nella fase di stampa, di evitare che si alteri la resa cromatica dei colori.

Pertanto, se sappiamo che i nostri elaborati dovranno essere stampati, dobbiamo tener conto che le nostre immagini, basate sul modello RGB, dovranno essere convertite in CMYK.

Vediamo subito, quindi, come realizzare questa conversione.

Una buona soluzione per questo tipo di conversione sono software come Adobe Photoshop o Adobe InDesign.

Adobe Acrobat Pro, invece, per la conversione dei colori, offre un sistema automatico che non dà ottimi risultati, pertanto non è consigliabile.

CMYK
pulsante-basi-grafica

Per la realizzazione di un lavoro professionale è importante avere un maggiore controllo sui colori convertendoli manualmente.

Nell’eventualità in cui ci dovessimo trovare per qualche ragione a lavorare con questo software, si potrebbe utilizzare un software di pre-stampa come PitStop.

Conversione da RGB a CMYK

Ecco di seguito la procedura da seguire passo passo:

1. Selezionare “Edit” e aprire la finestra “Convert To Profile“;

2. Nel riquadro “Destination Space“, lasciare invariato il campo “RGB Profile” e modificare “CMYK Profile” in “Coated Fogra29” se si desidera dare alla stampa un “set europeo”. Se invece si vuole utilizzare un settaggio extra europeo, selezionare “Japan Color 2001 Coated”;

3. Nel riquadro “Conversion Options” selezionare “Adobe (ACE)” in “Modello” e “Relative Colorimetric” in “Intento”. Quest’ultimo settaggio permetterà di ottenere una conversione accurata anche per i cosiddetti colori fuori gamma che non possono essere riprodotti in CMYK. In questo caso saranno convertiti con il colore del modello a quattro canali maggiormente assimilabile.

A questo punto è possibile chiudere e salvare cliccando su OK.

Conversione in esportazione e ultimi accorgimenti

Ma la conversione dei colori non viene realizzata solo per la stampa, anche quando si esporta un file è importante impostare il giusto settaggio per una conversione ottimale.

Anche se è consigliabile, per le esportazioni, lavorare nello stesso spazio colore al fine di evitare risultati insoddisfacenti.

Infine, un altro elemento di cui bisogna tener conto è la saturazione del colore.

Ma come realizzare un lavoro veramente professionale?

Per arrivare a realizzare lavori professionali il primo passo è avere buone basi di grafica.

Nel nostro sito abbiamo messo a disposizione dei nostri lettori moltissime risorse per chi si approccia per la prima volta a questo settore.

Inoltre sono presenti anche dei corsi, realizzati da designer esperti, grazie ai quali sarà semplice e veloce imparare le basi della grafica e ad utilizzare i software Adobe raggiungendo livelli più avanzati.

Quindi non rimandare e clicca qui per vederli:

corsi di grafica

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *