Nomi di Colori con la E (Iniziano con Lettera E)

Colori con la E

Tre colori magnifici che cominciano con la lettera “e” sono l’ebano, lo smeraldo e lo scarlatto.

Si tratta di tinte strettamente collegate alla natura, da dove originano.

I Colori con la E

1. Colore Ebano

ebano

L’ebano è una tinta molto scura che prende il nome da un tipo di legno duro, molto pregiato e compatto, di colore praticamente nero, con qualche sfumatura differente a seconda della varietà.

Si ricava da varie specie di alberi del genere Diospyros provenienti dai paesi della fascia tropicale.

Può essere utilizzato anche per indicare la tonalità della pelle. Questa tinta può essere anche chiamata ‘testa di moro’.

2. Colore Smeraldo

Smeraldo

Anche il colore smeraldo deriva dalla natura.

La pietra preziosa che tutti conosciamo con il nome ‘smeraldo’ è una varietà del minerale berillo (ma, a differenza del semplice berillo, lo smeraldo presenta tra i suoi componenti anche il cromo) ed è caratterizzato da un magnifico colore verde inconfondibile.

Tradizionalmente nella produzione delle bottiglie l’industria del vetro ha sempre cercato di imitare l’effetto trasparente e brillante di questa straordinaria pietra.

Il colore smeraldo è molto presente anche nell’ambiente naturale, pensiamo al fogliame di alberi e piante o alle sfumature che assume l’acqua di laghi, fiumi e mari in certe circostanze.

3. Colore Scarlatto

Scarlatto

Composto per un quarto di blu e per il resto di rosso, lo scarlatto è altresì chiamato ‘cremisi’.

A metà, sulla scala dei colori, tra le tonalità più chiare e quelle più intense del rosso, è comunque un colore di grande intensità, tradizionalmente collegato al sangue vivo o al colore delle fiamme.

Ecco che anche in questo caso l’ispirazione parte dell’osservazione della natura.

Nonostante sia poco utilizzato in pittura, è ampiamente presente in bandiere e gonfaloni.

Storicamente il nome pare derivi da una pezza particolare che veniva tinta con una tonalità di colore molto satura, lo scarlatto, appunto.

Ma come facciamo noi a percepire i colori?

In realtà ciò accade perché quando un oggetto è colpito da un raggio luminoso assorbe alcuni colori e contemporaneamente ne riflette altri, ovvero quelli che noi effettivamente vediamo : un lago ci appare verde perché esso ha assorbito tutti i colori tranne il verde.

E’ proprio grazie a questa sorta di ‘magia’ ottica che possiamo goderci colori meravigliosi come l’ebano, lo smeraldo e lo scarlatto.

Se siete interessati ad altri articoli sui colori, cliccate qui.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.