iPad o Tavoletta Grafica: Quale Scegliere? (Pro e Contro)

iPad e Tavolette Grafiche

Qual è lo strumento migliore per disegnare? L’iPad o la tavoletta grafica?

Si tratta di una domanda molto frequente, che certamente ti avranno fatto parecchie volte.

Se, invece, sei ancora alle prime armi e sei chiamato a scegliere lo strumento di lavoro che ti accompagnerà per i prossimi mesi, ecco tutto ciò che devi sapere.

Chi possiede qualche conoscenza nel campo della grafica e del disegno lo sa bene.

Approfondiremo un quesito estremamente scomodo, al quale nessuno vorrebbe rispondere.

Eppure, abbiamo deciso di provarci 😉

Nelle prossime righe esamineremo a fondo i due strumenti, quindi li confronteremo tra loro per comprenderne meglio gli utilizzi che se ne possono fare.

Fatto ciò, avremo il candidato ideale per ogni tipo di lavoro e la risposta alle vostre domande.

Perché è proprio questo il segreto: non esiste una risposta valida per tutti, ma soltanto una soluzione adatta per ogni tipo di attività ed esigenza.

Desideri imparare le basi della grafica?

Prima di cominciare, un piccolo consiglio.

All’interno del nostro sito troverai tantissime risorse utili per imparare l’uso dei principali programmi Adobe, nonché le basi della grafica.

Abbiamo realizzato una selezione di corsi online che potrebbero aiutarti ad apprendere più rapidamente i concetti di base ed alcune informazioni per utenti avanzati.

Tutti i corsi che offriamo sono stati ideati da informatici e designer con una lunga esperienza alle spalle.

Di conseguenza non temere: scegliendone uno andrai sul sicuro!

Se sei interessato clicca qui per passarli in rassegna.

Cosa può fare per te un iPad?

ipad

Tutti conosciamo l’iPad; si tratta di uno dei tanti prodotti con marchio Apple messi a disposizione dell’utenza nell’ultimo decennio.

Proprio gli articoli Apple costituiscono da sempre un punto di riferimento per tutti gli appassionati di tecnologia e grafica.

Va ricordato che si tratta di un tablet e non di un semplice “input device” come lo sono le tavolette grafiche.

Stiamo parlando, quindi, di un device dotato di sistema operativo, paragonabile ai dispositivi mobili e desktop quali smartphone e PC.

Con il tablet è possibile navigare in internet, usare le web app, redigere testi e documenti, installare e utilizzare applicazioni di vario genere, scattare foto e fare chiamate.

In più, utilizzando la pratica Apple pencil, l’iPad consente di interagire più facilmente con il display touch screen.

Quanto detto non è fattibile con nessuna tavoletta grafica, in quanto questi dispositivi non possiedono nessun sistema operativo, ma sono stati creati per un obiettivo ben preciso.

Per effettuare il confronto abbiamo scelto il nuovissimo iPad Pro, disponibile anche su Amazon e pieno zeppo di funzioni dedicate agli appassionati di grafica, e le tavolette grafiche appartenenti alla linea Wacom Cintiq Pro.

Va detto che l’iPad Pro aspira ad essere un autentico “all in one”, che si distingue dai suoi predecessori per la qualità del display e per il realismo dei colori.

Lo schermo è un “Liquid Retina edge-to-edge”, con tecnologie True Tone e ProMotion, che insieme a un’elevata fedeltà cromatica consentono l’elaborazione di immagini spettacolari e garantiscono una risposta fulminea a qualsiasi comando venga impartito.

Secondo quanto affermato da Apple al momento del lancio, si tratta del “display mobile più evoluto al mondo”.

La tavoletta grafica: caratteristiche e funzioni

tavoletta grafica

È bene iniziare con una distinzione fondamentale: le tavolette grafiche si dividono in due gruppi separati.

Le tavolette propriamente dette e la loro recente evoluzione, ovvero i display touch.

In entrambi i casi parliamo di strumenti di input, ovvero di device usati per trasmettere particolari comandi a un computer; per capirci meglio, rientrano nella stessa categoria di tastiere e mouse.

Se fino a pochi anni fa le tavolette grafiche erano semplici superfici su cui disegnare o scrivere con l’ausilio di una penna, oggi sono diventate veri e propri schermi interattivi.

Il motivo? Eccolo spiegato di seguito.

Le tavolette grafiche standard presentano alcuni vantaggi, soprattutto se sei solito usare tali dispositivi per il fotoritocco e ti occorre un display sufficientemente ampio.

Con questi strumenti puoi lavorare direttamente sull’immagine e apportarvi tutte le modifiche che desideri.

Tuttavia, il loro utilizzo necessita di una fase di apprendimento più o meno lunga, durante la quale l’utente deve imparare a disegnare in maniera naturale tenendo gli occhi su uno schermo diverso da quello su cui sta lavorando.

È chiaro che sarà necessario più tempo per imparare ad usarla bene, con il rischio che ciò rischi di togliere immediatezza al tratto.

Per ovviare a tali inconvenienti, negli ultimi anni le tavolette grafiche hanno fatto un bel balzo in avanti, dotandosi di uno schermo proprio: sono nati, infatti, i cosiddetti display interattivi.

Questi display interattivi o schermi touch sono tavolette grafiche munite di uno schermo.

Proprio grazie al display, l’esperienza del disegno digitale si avvicina in maniera impressionante a quella tipica del lavoro “su carta”, e tutto ciò finisce per tradursi in una maggior velocità d’esecuzione e in una maggior precisione.

I display interattivi sono strumenti di qualità professionale, capaci di garantire prestazioni eccezionali, a fronte di un costo più o meno sostenibile.

Tuttavia, alcune tavolette grafiche moderne hanno prezzi abbastanza elevati, che non sempre sono alla portata dei grafici alle prime armi.

Chi lavora con il fotoritocco e la grafica digitale dovrebbe scegliere una tavoletta grafica di buona qualità, come quelle appartenenti alla gamma Wacom Cintiq Pro, ideali per chi desidera risultati di un certo tipo.

In virtù della loro versatilità, siamo soliti riferirci proprio a questi schermi touch quando parliamo di tavolette grafiche comparabili all’iPad, l’altro strumento individuato dagli esperti per lavorare su foto e disegni.

A cosa servono?

Queste due tipologie di device svolgono funzioni abbastanza simili, nonostante il bouquet di applicazioni offerto dall’iPad sia nettamente superiore.

In ogni caso, sono proprio le differenze tra i due strumenti a permetterci di fare la scelta giusta.

Sia l’iPad Pro che la tavoletta grafica Wacom Cintiq Pro offrono un display sul quale disegnare mediante l’uso di una penna appositamente realizzata.

E proprio qui iniziano le differenze. Scopriamo il perché.

iPad Pro

ipad pro

Questo tablet è tra i più leggeri in circolazione; il suo peso non raggiunge i 650 grammi, nonostante la potenza espressa dalla CPU e dalla RAM sia notevole.

In ogni caso, si tratta di un dispositivo di piccole dimensioni (soli 13” nella versione più grande).

Oltre che per disegnare, lo si può usare anche per sfruttarne le funzioni classiche, ovvero navigare su internet, utilizzare i social, leggere le mail e così via.

Esistono però alcuni limiti di cui tener conto, legati soprattutto alle funzioni relative alla grafica: l’iPad non consente di utilizzare nessuna delle versioni desktop dei programmi appartenenti alla suite Adobe.

È possibile ricorrere ad app dedicate quali Adobe Fresco e persino ad una versione di Photoshop creata ad hoc, ma non agli applicativi per PC e laptop.

Adobe Fresco ha fatto un enorme salto in avanti, sebbene molte funzioni andrebbero migliorate ulteriormente, in modo da potersi avvicinare alle performance della versione desktop.

Qualcuno ha avuto da ridire anche sulla superficie estremamente liscia del display touch dell’iPad, tanto che diversi utenti sono soliti applicare una pellicola satinata sullo schermo in modo da potervi lavorare in maniera più confortevole.

Wacom Cintiq Pro

Wacom Cintiq Pro

Per quanto ad un primo sguardo possa sembrare raffinato e all’avanguardia, si tratta pur sempre di un semplice dispositivo di input.

Ciò vuol dire che, per funzionare, questa tavoletta grafica ha bisogno di essere collegata ad un computer.

L’azienda produttrice propone schermi ampi, che raggiungono i 32”: un’area di lavoro di grandi dimensioni, che consente di lavorare in maniera ultra confortevole.

Tuttavia, queste tavolette grafiche non possono essere considerate semplici device “portatili”; anche i display più piccoli, infatti, presentano un peso notevole (quello da 13” pesa ben 2.4 kg).

Il peso è però giustificato dalla presenza di alcuni elementi di pregio come il vetro satinato, che garantisce una sensazione di leggera resistenza allo scorrimento, in maniera del tutto simile a quanto fa la carta.

Inoltre, le tavolette Wacom Cintiq Pro consentono di impostare ben 17 tasti per la scelta rapida, che possono rivelarsi di grande aiuto nel ridurre i tempi necessari a portare a termine tutte quelle azioni ripetitive che bisogna eseguire durante le varie sessioni di lavoro.

Quindi, quale dei due dispositivi scegliere?

Diciamo che molto dipende dalle tue esigenze di lavoro.

Facciamo qualche esempio pratico:

Desideri lavorare ovunque e non necessiti di uno strumento di qualità assoluta?

Se fai l’illustratore o produci schizzi e vignette puoi affidarti tranquillamente all’iPad Pro.

Lo stesso vale per gli studenti, considerato che il tablet può rivelarsi utile anche per prendere appunti e utilizzare internet mentre si è impegnati con lo studio.

Inoltre, l’iPad dispone anche di una fotocamera, che ti consente di scattare e modificare le immagini utilizzando un unico device.

Una comodità in più che può fare la gioia di chi lavora sulle fotografie.

Anche chi di mestiere fa il grafico e necessita di un dispositivo in grado di elaborare loghi per aziende e attività commerciali dovrebbe preferire l’iPad Pro, considerata la possibilità di mostrare come e quando si vuole l’anteprima ai propri clienti.

Sei solito lavorare in ufficio e possiedi già un buon computer?

Se possiedi una postazione fissa di qualità e sei certo che ti sposterai di rado, allora dovresti acquistare una tavoletta grafica.

In questo modo, avrai la possibilità di lavorare meglio, sotto diversi punti di vista.

Precisione, qualità e rapidità dei tuoi lavori sono destinati a migliorare.

Acquistare una tavoletta grafica potrebbe voler dire mettere il turbo alla propria produttività!

Insomma, come hai potuto appurare, non abbiamo un vero vincitore.

Sia l’iPad che la tavoletta grafica possono rivelarsi davvero utili per chi di mestiere fa il grafico o l’illustratore, sebbene esistano piccole differenze da non sottovalutare in fase di scelta.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.