Colore del Sangue: è davvero Rosso? Chiaro e Scuro

Colore del Sangue

Siamo soliti identificare il colore del sangue con il rosso.

È la risposta più ovvia che ci viene alla mente, eppure tecnicamente non è propriamente quella corretta.

Il colore del sangue di ogni essere umano è di base rosso, ma con diverse sfumature di colore a seconda di vari fattori.

Ma andiamo nello specifico a capire perché il sangue nell’uomo non è un colore con una palette ben definita.

Com’è composto il sangue di un essere umano?

Dando un po’ di numeri, possiamo dire che Il sangue nell’essere umano rappresenta dal 5% al 7% circa del suo peso corporeo.

Il liquido ematico è composto, nei soggetti di sesso maschile, da circa il 55% di plasma (parte liquida) e dal 45% circa di cellule o frammenti di esse (parte corpuscolata). Mentre nei soggetti di sesso femminile tale percentuale varia in circa il 60% di parte liquida e circa 40% in parte corpuscolata. La parte corpuscolata prende anche il nome di ematocrito.

A cosa serve il sangue? Quali funzioni svolge?

Il nostro sangue assolve a tante diverse funzioni essenziali di cui la “macchina perfetta” del corpo umano necessita per funzionare al meglio durante ogni singolo giorno della nostra vita.

Tra i compiti più importanti del nostro fluido ematico troviamo:

  • Trasportare i gas respiratori, come ad esempio l’ossigeno. Infatti, il sangue una volta nei polmoni si “carica” di ossigeno per poi trasportarlo e rilasciarlo ai vari tessuti del nostro corpo. Dalla punta del piede all’estremo angolo della nostra testa. Una sorta di “treno merci” del nostro organismo.
  • Trasportare i nutrienti. Eh si, il nostro fluido rosso non trasporta e “consegna” solo ossigeno bensì anche le sostante nutritive che vengono assorbite dal nostro corpo mediante l’intestino.
  • Trasporto dei “rifiuti”. No, il sangue non verrà a ritirare la vostra immondizia differenziata porta a porta. Anche se in realtà il suo compito all’interno del nostro corpo si avvicina molto a questo. Infatti, oltre ad ossigeno e nutrienti il sangue nel suo “viaggio di ritorno” ritira anche anidride carbonica, urea, farmaci e molto altri “scarti” che produciamo.
  • Trasporto di ormoni, enzimi e vitamine. Elementi di notevole importanza per la nostra salute.
  • Difendere la nostra salute. Grazie alla presenza in esso di globuli bianchi e anticorpi fa si di essere il primo vero e proprio difensore di noi stessi. Insomma, se non lo aveste capito il sangue è un nostro grande alleato oltre che un grande “lavoratore”.

Perché il colore del sangue è il rosso?

Ad inizio articolo vi dicevamo che il sangue non è solo rosso. O meglio, non ha una singola tonalità di rosso. Infatti, questa gradazione di vermiglio varia in funzione dell’idratazione del sangue, ai lipidi presenti in esso o anche in base all’ossigenazione di questo tessuto fluido.

Infatti, a seconda di dove il fluido ematico viene prelevato, la tonalità sarà completamente differente. È il caso, ad esempio, del sangue arterioso e del sangue venoso. Ma vediamo insieme a cosa è dovuta questa notevole differenza di gradazione di colore tra i due tipi di sangue.

Il colore del sangue arterioso

Il sangue arterioso, rispetto al sangue venoso, è quello che ha un tono più brillante. Questo colore così vivido e acceso è dato dall’ossigeno che esso riceve all’interno dei polmoni. Nel nostro apparato respiratorio l’ossigeno una volta inalato si lega al ferro presente nelle molecole delle emoglobine. Da qui l’emoglobina, che ha incorporato l’ossigeno, viaggia attraverso le arterie, arteriole e nei piccoli capillari.

Tramite queste “strade” raggiunge ed ossigena i tessuti del nostro corpo. Possiamo, dunque, dire in termini semplicistici che il sangue arterioso non è altro che un “corriere espresso” sempre preciso e puntuale, ma soprattutto sempre super indaffarato.

Perché il sangue venoso ha una differente gradazione di colore?

Arrivato a destinazione, il sangue arterioso rilascia l’ossigeno incorporato nei polmoni. Dopo la “consegna”, questo sangue non fa “viaggio di ritorno” in assenza di carico. Tutt’altro. Trasporta, bensì, il flusso di sangue povero di ossigeno nuovamente in direzione dei polmoni per fare di nuovo il “pieno di ossigeno” attraverso le vene.

Questo sangue, quasi privo dell’ossigenazione, ha una colorazione molto più scura. Passando, di fatto, da un colore rosso vivido a rosso scuro, quasi bluastro tendente al violaceo. Questo sangue, viene definito tecnicamente sangue venoso.

Il colore particolare del plasma

Il plasma, come vi abbiamo già detto, è la parte liquida del fluido ematico. Più precisamente si può dire che il plasma è formato al 90% da acqua e al 10% di sostanza secca.

All’interno del plasma sono contenuti: amminoacidi, glucidi, proteine, vitamine, lipidi, zuccheri, ormoni e anche sali minerali. Componenti importanti per il nostro organismo.

Alla vista, Il colore del plasma è giallo tendente al tono oro. È sicuramente un caso, ma una coincidenza simpatica se si pensa che rappresenta la parte “ricca” del nostro sangue.

Le colorazioni anomale del sangue nell’uomo

Esistono alcuni casi particolari, in cui il sangue di un essere umano può assumere colorazioni particolari. Questo avviene soprattutto in condizioni di comportamenti “anomali” del nostro corpo o in caso di malattie.

Ad esempio, il sangue se accumula in maniera non corretta l’emoglobina può prendere una colorazione verde o anche marrone. È questo il caso della rara condizione di solfoemoglobinemia.

Vale a dire quando, solitamente a causa di terapie farmacologiche, lo zolfo si lega alla molecola dell’emoglobina limitando o addirittura impedendo completamente il trasporto dell’ossigeno da parte di quest’ultima.

In questi casi il sangue, di solito, assume una colorazione verde scura e per risolvere il problema prima che il corpo subisca conseguenze gravi potrebbe essere necessaria addirittura una trasfusione di sangue.

Le colorazioni del sangue nel mondo animale

Diverso è il discorso per quanto riguarda il mondo animale. L’incredibile varietà, quasi infinita, di organismi animali dà origine a svariate colorazioni del fluido sanguigno.

Nel mondo animale, infatti, ci si può imbattere in sangue di colore rosso, di tono blu, di colore verde, di colorazione giallo o di colore arancio, di tono viola o addirittura, in alcuni casi, anche incolore.

Fluido ematico, la sentinella della nostra salute

Abbiamo definito il sangue come un “corriere”, un “addetto alle pulizie” e come il primo “difensore” del nostro organismo. Oltre a tutto ciò il sangue rappresenta anche una importante sentinella del nostro stato di salute.

Lo è in caso di prevenzione, anche quando ci sentiamo bene le analisi del sangue ci aiutano a capire che sia effettivamente così. Escludendo che alcune subdole malattie silenziose ci possano far passare un brutto periodo.

Lo è, anche, quando avvertiamo alcuni sintomi e li riferiamo al nostro medico. I dottori tutti sono soliti prescrivere un esame del sangue per confermare o smentire un’eventuali diagnosi visiva.

Si fanno gli esami prima di un intervento chirurgico, per accertarsi che questo possa essere fatto in totale sicurezza. O si fanno, anche per monitorare l’andamento e l’efficacia di una terapia farmaceutica.

Insomma, tra le tante mansioni che il fluido ematico ha all’interno del nostro corpo, quella della sentinella può essere davvero importante per prevenire spiacevoli malattie.

Anche in condizioni di buona salute, i medici consigliano di effettuare le analisi del sangue almeno ogni 6 mesi.

Il sangue nelle scale di colore informatiche

Nella grafica informatica la tonalità del rosso sangue viene identificato nelle varie scale di colore. Ad esempio, in codice esadecimale (HEX) è rappresentato dal #500000, mentre in RGB è 80 0 0.

Nel modello di colore CMYK è identificato con 0 100 100 69 mentre in HSV (Hue Saturation Brightness) lo si può realizzare con 0 100 31.4.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.