Versace Logo: Storia, Significato e Evoluzione

Versace logo

La società italiana Gianni Versace S.r.l. è un’azienda di alta moda, ha sede a Milano ed è stata fondata nel 1978 dal grande stilista Gianni Versace, condotta, a seguito della sua morte, dalla sua famiglia, in particolare dal fratello Santo Versace e dalla sorella Donatella Versace.

Gianni Versace era molto stravagante e libero da pregiudizi, con una forte passione per i tessuti pregiati. Infatti nel 1995 il Time, la famosa rivista, lo nominò l’uomo del momento.

I suoi abiti sono stati indossati dalle più famose top model, da Naomi Campbell a Claudia Schiffer e Carla Bruni.

Fuori dai riflettori della passerella hanno scelto le sue creazioni star internazionali come Elton John, Jon Bon Jovi, Madonna e Cher, ma ne potrai trovare molte altre. Al suo marchio hanno dedicato anche una mostra nel 1998 a New York e un’esposizione nel 2002 a Londra.

Maison Versace

Vediamo brevemente insieme come è sorta e sviluppata questa grande casa di moda, ripercorrendo sinteticamente la sua storia.

Nel 1972 il temerario Gianni Versace lasciò casa sua, in Calabria per trasferirsi a Milano e disegnare una collezione di moda per Florentine Flowers. La collezione, senza dubbio, fu un enorme successo, infatti immediatamente dopo collaborò anche con Callaghan e con Complice e Genny.

Mentre lavorava a tutte questa collaborazioni cresceva in lui, sempre più forte, la voglia di creare un suo brand che rappresentasse, in tutte le sue forme e i suoi aspetti, lo stilista Gianni Versace. Nel 1978 nacque allora la sua prima collezione. Ed è nel 1988 che entrò a far parte dell’azienda anche Donatella, la sorella minore, con la direzione di Versus, il marchio che rappresenta la linea di vestiti giovane di Versace.

Sulla tragedia di Versace si è parlato tanto, potrai addirittura trovare su Netflix la serie televisiva dal titolo L’assassinio di Gianni Versace, che ti mostrerà come avvenne l’omicidio dello stilista nel giorno del 15 luglio 1997. In quella data Gianni Versace fu assassinato, a Miami Beach nella villa di sua proprietà, da Andrew Cunanan, un serial killer. Andrew Cunanan si suicidò poi 8 giorni dopo l’arresto.

Dopo la morte di Gianni Versace l’azienda si trovò di fronte ad una grande crisi. Infatti fu un duro colpo per il brand, in quanto scomparve il nome dell’amato stilista e rimase soltanto il cognome Versace. Tuttavia l’azienda è stata portata avanti dalla sorella, Donatella Versace, che oggi è il direttore creativo della casa di moda.

Logo Versace: trasformazioni nel tempo

Nel 1980, ovvero due anni dopo della fondazione del marchio, Gianni Versace presentò il suo primo logo, forse lo ricorderai ancora.

Il font usato per il logo creava un testo molto compattato e con le lettere molto vicine l’una all’altra dando un effetto assolutamente elegante. Nel 1990 venne cambiato e sostituito con un altro font, diverso rispetto al primo, molto più incisivo e notevolmente più marcato, proprio per sottolineare una forte identità.

Nel 1993 invece arriva il logo con la famosa testa di medusa, da quell’anno il logo Versace non è stato più modificato ma ha subito solo piccole variazioni, come alleggerire lo spessore o aumentare la spaziatura tra le lettere. La figura della testa di Medusa è invece rimasta più o meno la stessa. Se dai un’occhiata al sito di Versace la ritroverai ovunque(https://www.versace.com/it/it-it/home/).

Il significato della testa di Medusa

Ma perché lo stilista ha scelto proprio la testa di Medusa per il suo logo?
Partiamo dal presupposto che Gianni Versace è nato a Roma, una città ricca di storia e mitologia. La prima volta che si imbatté nella figura della testa di Medusa era ancora un bambino, la vide infatti proprio a Roma sul pavimento di un’antica casa romana, dove era solito giocare con i fratelli. Da allora quella strana figura lo colpì e gli rimase impressa.

Il mito racconta che la bellissima Medusa, che sedusse Poseidone presso il tempio di Atena, suscitò le ire della stessa Atena si vendicò trasformando Medusa in un pericoloso mostro con capelli di serpente e orribili zanne. Da allora chiunque guarderà nei suoi occhi verrà pietrificato.

Questa storia è basata su due vizi, la vanità e la lussuria. Tuttavia senza di essi il la moda e tutto ciò che gli gira intorno non esisterebbe. Questa immagine ha dentro di sé un grande universo simbolico, infatti troverai:

– l’omaggio alle civiltà del Mediterraneo, che troverai anche nello stile lussuoso e sfarzoso delle creazioni di Gianni Versace
– la figura della testa di Medusa, seducente come la moda
– la lussuria e la vanità, vizi connessi al mondo del lusso

Bisogna ricordare, inoltre, che la Medusa è simbolo di buon auspicio, doveva essere quindi un buon auspicio per un radioso futuro della maison. Di certo, nella scelta di un mito per il marchio, vi era anche il desiderio di far diventare le proprie collezioni eterne, immortali, iconiche, mitologiche per l’appunto.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.