Twitch Logo: Storia e significato del marchio

Twitch Logo

Il 6 giugno 2011 è stato lanciato Twitch, un sito di livestreaming appartenente ad Amazon.

Inizialmente Twitch è stato creato da Justin Kan ed Emmett Shear come semplice spin-off, incentrato su videogiochi e trasmissioni di eSports, della piattaforma più generica nota come Justin.tv.

Col tempo, però, la sua fama è dilagata talmente tanto da raggiungere un bacino di utenza pari a 15 milioni.

Il motivo che si nasconde dietro il grandissimo successo di Twitch riguarda la modalità di interazione istantanea che permette al follower di comunicare con un’intera chat nonchè con lo streamer di cui sta guardando la live.

Questa caratteristica si è rivelata essere un punto di forza fondamentale che ha permesso alla piattaforma di crescere rapidamente e di poter toccare, oltre ai videogiochi, diversi ambiti.

Molto presto, infatti, la concezione iniziale secondo la quale uno streamer di Twitch coincideva con un gamer che voleva mostrare le sue sessioni di gioco in live è stata abbandonata.

Twitch si è trasformato sempre di più in un vero proprio sito di intrattenimento, portando alla creazione di diversi format non più inerenti soltanto al mondo del gaming.

Non è raro che uno streamer sia un opinionista che espone e dibatte con la chat argomenti che riguardano il cinema, la politica, l’attualità, la letteratura, il videogioco come forma d’arte ecc…spesso divenendo delle vere e proprie interviste a degli ospiti.

O ancora Twitch potrebbe permettere soltanto di creare un rapporto intimo e diretto con uno streamer che vuole condividere un pezzo di quotidinità con chi lo segue.

I cambiamenti a cui è stato soggetto il sito hanno condotto non solo a delle modifiche contenutistiche ma anche a delle migliorie stilistiche ed estetiche. Il cambiamento che più è saltato all’occhio è stato sicuramente il logo della piattaforma, divenuto ormai un’icona riconoscibile in tutto il mondo.

Per arrivare all’aspetto odierno che ci è familiare il logo di Twitch ha attraversato un percorso scandito da tre fasi.

La prima, risalente al 2011, ci mostra un logo formato dalle parola “Twitch” in grigio chiaro accompagnato dalla parola “tv” racchiuso in un quadrato a sfondo sempre grigio ma di una tonalità più scura.

Nel 2012, assieme all’introduzione della possibilità di interagire, e non solo di guardare, con lo streamer di turno, il logo di Twitch cambia veste. Abbandona la parte relativa alla “tv” e utilizza i colori bianco e viola per dare un nuovo volto all’emblema “Twitch”.

Lo stile scelto, ideato da NX wordl, implica che ogni singola lettera (colorata di bianco) richiami delle forme geometriche sottolineate da un contorno viola che conferisce un particolare effetto 3D.

Infine il percorso si è concluso, almeno fino ad ora, nel 2019 con un ulteriore upgrade. Il logo attuale segue i passi del suo predecessore e le variazioni subite riguardano i piccoli dettagli. Il colore viola che caratterizzava i bordi diviene più chiaro e gli spazi tra una lettera e l’altra vengono assottigliati.

Questo aggiornamento è stato applicato grazie all’opera di Collins e del proprio team di progettazione di servizi web.

Riguardo la creazione del logo di Twitch gli ideatori hanno sempre sottolineato come le origini del nome fossero da ricercare nel significato della parola “glitch”, ovvero uno stato di errore. Infatti nel 2012 hanno iniziato a fare la loro comparsa sul web delle icone individuali che rappresentavano un problema tecnico.

Si trattava di quadrati bianchi che presentavano due piccole fessure nell’angolo destro, il tutto accompagnato da un contorno, simile ad una sorta di ombra, il tutto colorato interamente di viola.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.