Storia dei Loghi NASA: il Worm è Tornato!

nasa

Sembrerebbe proprio che il famoso logo della NASA a forma di verme, il cosiddetto “logo worm”, stia per tornare alla ribalta dopo essere stato abbandonato nel lontano 1992.

Il “verme rosso” che compone la scritta NASA dovrebbe infatti apparire sul lato di un razzo, il Falcon9, il cui lancio è previsto per maggio.

Il logo, finora relegato semplicemente alla funzione di merchandising, finalmente tornerà ai suoi antichi splendori.

Il logo worm, a ben vedere, inaugurerà un lancio molto particolare: non svetterà, infatti, sul razzo usato solitamente dagli americani nelle missioni spaziali – il razzo russo Soyuz – bensì su di un razzo “Made in USA”.

Non accadeva da 10 anni che gli Stati Uniti utilizzassero una tecnologia americana, precisamente da dopo il lancio della navetta Atlantis avvenuto nel 2011.

Loghi NASA: un po’ di storia

Il logo ufficiale della NASA, quello che lo ha accompagnato dalla sua fondazione nel 1958, è conosciuto come “logo meatball” (o logo polpetta).

NASA Logo History

Osservandolo notiamo come sia un logo piuttosto complesso, perché ricco, forse addirittura ridondante di elementi: un globo blu (chiara rappresentazione del pianeta Terra) puntellato di stelle bianche, solcato da un’ala rossa (simbolo dell’aeronautica) e con un’astronave che gravita attorno alla scritta Nasa (a ricordare i viaggi spaziali).

Il logo meatball fu sostituito nel 1975 dal logo worm: la spiegazione ufficiale fu che il logo polpetta fosse troppo complesso da riprodurre e che non rappresentasse adeguatamente la filosofia delle missioni spaziali.

Il logo worm, progettato dallo studio Danne & Blackburn, si impose perché semplice, senza fronzoli, dallo stile essenziale ed elegante.

Venne definito worm proprio perché i caratteri senza grazie che compongono la scritta NASA, ricorderebbero la sinuosità di un verme.

Il successo del logo fu immediato, tanto da diventare una vera e propria icona nel mondo della grafica.

Eppure dal 1992 viene usato unicamente per il merchandasing NASA: lo troviamo infatti solo come logo sull’abbigliamento o sui souvenir.

Ma con il suo design semplice ed ipnotico, il logo worm ha continuato ad esercitare il suo fascino: basti pensare che, grazie a una campagna su una piattaforma di crowdfunding (kickstarter), vennero raccolti ben 900mila dollari allo scopo di fare stampare nuovamente il brand manual del logo a forma di verme.

nasa logo

L’entusiasmo generale per questo vecchio logo ha avuto i suoi frutti evidentemente, perché, come detto, sarà stampato sul razzo Falcon9, una navicella nata della sinergia tra NASA e Spacex (l’azienda di Elon Musk).

Il logo worm inaugurerà una nuova epoca: il lancio del Falcon9, infatti, rappresenta il primo tentativo di trasporto di essere umani nello spazio, sfruttando un razzo privato.

Il logo non avrebbe potuto essere impiegato in occasione migliore per tornare alla ribalta in grande stile.

La NASA di Nuovo con Due Loghi?

A questo punto c’è da chiedersi se la NASA si troverà nuovamente ad avere due loghi.

Quello che sappiamo di certo è che il logo meatball rimarrà il logo principale dell’agenzia aerospaziale, ma che probabilmente il logo verme avrà di nuovo un posto nella NASA e non solo nella missione di maggio.

Notizie certe ancora non ce ne sono perché pare che l’agenzia aerospaziale stia ancora decidendo secondo quale modalità utilizzarlo.

space shuttle nasa

Qualche Lezione di Grafica?

La storia di questo logo vi ha appassionato?

Volete capire anche voi cosa rende un semplice logo un logo di successo?

Nel sito troverete suggerimenti utili per iniziare a muovere i primi passi nel mondo della grafica e per cominciare a utilizzare Adobe.

Potete anche scegliere tra numerosi corsi disponibili che vanno dall’ABC della grafica fino ai livelli più avanzati: sono corsi ideati da designer esperti, quindi potete fidarvi!

Per informazioni basta cliccare i link sotto:

footer grafica 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.