Vodafone Logo: Storia, valore e significato dell’emblema del marchio

logo vodafone

La Vodafone è una società multinazionale di telefonia fissa e mobile avente sede centrale a Londra.

È stata fondata da Ernest Harrison e Gerry Went nel 1984 a Newbury (città che ora ne rappresenta la sede legale), ed è inizialmente nata come sussidiaria della Racal Electronics plc.

Il 16 settembre del 1991 avviene la svolta: si verifica infatti una separazione dall’azienda primaria, e viene così formato a tutti gli effetti il gruppo Vodafone, diffuso ad oggi in 75 paesi del mondo compresa l’Italia e leader nell’ambito delle telecomunicazioni.

Il nome deriva dall’accorpamento e dall’abbreviazione delle parole “VOice DAta FOne” (quest’ultimo termine è una semplificazione della locuzione “phone”).

Il marchio Vodafone vanta nella sua storia, dalla fondazione ad oggi, diversi loghi, il principale dei quali, definito “speechmark logo” introdotto nel 1997, è quello che maggiormente permette di identificare ancora adesso tale azienda.

Esso inoltre rappresenta al meglio la facilità e la velocità di comunicazione che la Vodafone stessa si è da sempre propugnata di garantire ai clienti.

1981

Il primo logo è realizzato in virtù unicamente della Racal Strategic Radio, che è la compagnia di telecomunicazioni che precede la Vodafone: si presenta infatti come una semplice scritta (“Racal”, appunto) in maiuscolo le cui lettere, di colore bianco, sono inserite all’interno di rettangoli rossi verticali leggermente separati tra loro.

Il carattere utilizzato è il sans serif, semplice ed elegante.

Questo logo fungerà da perno ispiratore per i successivi badge della Vodafone.

1985

Nel 1985 il logo subisce una modifica che va di pari passo con i cambiamenti subiti dall’azienda: la scritta “Racal” diviene infatti ora “Racal Telecom”, di colore nero ed inserita tra due righe orizzontali altrettanto nere.

Essa è sormontata dalla dicitura “Voda”, in rosso e maiuscolo, inframezzata da una linea bianca orizzontale.

Sempre in tale anno, viene ideato ed introdotto parallelamente sul mercato anche un altro logo, che pone però questa volta l’accento sull’individualità che sta iniziando ad assumere il gruppo Vodafone, e che verrà utilizzato fino al 1997.

Tale secondo logo è infatti formato dalla semplice e chiara scritta “Vodafone”, in rosso ed in maiuscolo, barrata anche in questo caso da una linea bianca che la attraversa al centro orizzontalmente.

È inoltre affiancata, sul lato destro, da un piccolo esagono ugualmente di colore rosso.

1997

Nel 1997, ovvero sei anni dopo che la Vodafone ha assunto totale indipendenza dalla casa madre, viene introdotto il logo che rimarrà tipico della società anche negli anni a venire, e che tutti noi oggi riconosciamo a prima vista.

Esso è ideato e realizzato dalla società pubblicitaria operante a livello globale di nome Saatchi&Saatchi, ed è formato da un cerchio rosso (una sorta di “O” maiuscola), che contiene al proprio interno una virgoletta aperta (lo “speechmark”) di colore bianco, simbolo rappresentante l’inizio di un astratto discorso diretto, e dunque adattissimo per tale società, che opera nell’ambito delle telecomunicazioni.

Il cerchio è invece più genericamente la rappresentazione di uno spazio virtuale.

La scritta “vodafone” è riportata sotto tale badge, ma non è più affiancata dall’esagono rosso come nella precedente versione.

Contiene invece nelle proprie “o” la sopracitata virgoletta (nella prima “o” è aperta, nella seconda invece è chiusa) , che sembrano dunque voler sottolineare ancora di più l’inizio e la fine di una simbolica conversazione diretta, informale, rapida.

Il carattere impiegato per tale logo è stato realizzato appositamente per l’azienda dalla Dalton Maag, una fonderia di caratteri londinese. Il rosso usato, vivido e scarlatto, è invece il simbolo visivo della passione con cui l’azienda sostiene di lavorare in favore dei propri clienti, e diviene pertanto ben presto un sinonimo della marca stessa.

2006

In tale anno il logo della Vodafone subisce una modifica che riguarda prevalentemente i colori: i contorni della “O” sono infatti ora in scala di grigio, non più rossi, mentre la virgola al suo interno è adesso, al contrario, colorata di rosso, sostituendo dunque il precedente bianco.

Mirabili giochi d’ombra donano inoltre al logo un senso di tridimensionalità e morbidezza. Il termine “Vodafone”, scritto in minuscolo e in rosso, è ancora posizionato sotto il badge, ma non è più replicata nelle due “o” di tale parola la tipica virgoletta.

Anche il font utilizzato è leggermente diverso (il carattere usato è il sans serif) e le dimensioni generali del logo sono più piccole del precedente.

2017

Un’inversione di direzione avviene nel 2017.

In tale anno si decide infatti di abbandonare il logo tridimensionale e colorato di grigio introdotto nel 2006, e si ritorna a quello precedente, ovvero la “O” rossa con virgoletta bianca all’interno, introdotto nel 1997.

Rispetto a quest’ultimo, però, le forme sono adesso più fluide e morbide.

Al di sotto del badge è riportata la classica scritta “Vodafone“, sempre di colore rosso e priva di virgolette nelle “o”.

Questo badge è stato realizzato dallo studio tipografico londinese Brand Union, già precedentemente collaboratore dell’azienda; aveva infatti realizzato per essa anche il logo del 2006.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.