Logo Maserati: Storia ed evoluzione del marchio

maserati logo

Maserati è una delle aziende automobilistiche riconosciute in tutto il mondo, che ha portato nel mondo delle automobili un enorme progresso e tanta innovazione, portando con se l’interesse di numerosi sostenitori e fanatici.

Ma quando nacque il primo marchio, e come si è evoluto? In questo articolo parleremo della storia del logo Maserati.

Il primo logo Maserati

Innanzitutto, nacque la prima officina Alfieri Maserati nel 1914 a Bologna. Ma la prima vera e propria vettura nacque nel 1926, cosi come anche il primo e unico logo Maserati.

Il primo marchio Maserati era già composto dal famoso Tridente sulla prima automobile, con al di sotto il nome dell’azienda scritto in stampatello maiuscolo. La prima vettura a quei tempi era guidata dal pilota Alfieri, il quale gareggiava in numerose competizioni internazionali.

Il Tridente Maserati fu realizzato da uno dei fratelli Maserati, ovvero l’appassionato di arte Mario. Il logo non era altro che la rappresentazione della famosa fontana del Nettuno situata a Bologna, che simboleggia il potere papale sul mondo, mentre i colori blu e rosso sono i colori simbolo della città bolognese.

In particolare essa fu realizzata tra il 1563 e il 1566 dallo scultore Jean de Boulogne.

Il primo simbolo, come i successori, ebbe già un grande successo e fu già riconosciuto da moltissime persone grazie all’enorme lavoro di Mario Maserati, che si impegnò per rendere il logo della vettura unico e distinto rispetto alla massa, ma al contempo anche elegante.

L’idea iniziale del disegno però, venne in mente al pilota Diego de Sterlich Aliprandi, che sosteneva anche economicamente l’autovettura.

Il secondo logo Maserati: l’evoluzione del marchio aziendale Maserati

Il marchio della casa automobilistica iniziò ad avere una prima modifica. In particolare, il marchio venne inserito in un cerchio ovale (evidentemente appuntito in alto e in basso) nel 1951. Si tratta di un logo stilizzato con i colori blu, bianco e rosso. L’ovale sottile è delimitato dal colore azzurro, lo sfondo è bianco e il tridente che raffigura la fontana di Nettuno è di color rosso, ancora un richiamo ai colori di Bologna. Nella parte inferiore inoltre è presente la fatidica scritta “Maserati” in bianco su uno sfondo blu.

Solo nel 1954, poi, il marchio grafico riceve una leggerissima modernizzazione, in quanto i colori e la loro tonalità diventano più scuri, come il limite dell’ovale, che diventa blu.

Il terzo logo Maserati: una modifica dello stile temporanea

L’azienda Maserati, nel 1983, decide di provare a fare una sorta di restyle del famoso marchio automobilistico. In particolare, affidano a Michele Spera il lavoro di modifica del logo. Spera, cerca di rendere più essenziale il simbolo del tridente, e decide di colorarlo di azzurro e di modificarlo, inoltre rende l’ovale non più appuntita alle estremità (che viene delimitata dal nero), e la scritta “Maserati” in basso viene colorata di nero eliminandone il suo sfondo blu scuro.

La modifica però rimane solo per due anni (fino al 1985), dopodichà l’azienda decide di ritornare al suo logo originario che aveva in precedenza, modificando però la forma del Tridente rosso, il quale diventa più spesso.

Il logo Maserati riceve ulteriori modifiche negli anni successivi

Ma dopo qualche anno, Maserati si occupa di dare ulteriori tocchi di restyling al proprio marchio, in particolare a seguito dell’incorporazione col gruppo Fiat. Infatti nell’anno 1997, l’ovale del logo viene allungata, il Tridente acquisisce il rosso chiaro modificando anche la sua forma, e la scritta Maserati ad esso sottostante viene resa molto più evidente.

Successivamente, in occasione della campagna pubblicitaria internazionale sul rilancio del fatidico marchio Maserati nel 2003, organizzata da Fiat, il logo riceve ulteriori modifiche alla sua struttura (in particolare le sue frecce laterali vengono ridisegnate).

Nel 2006, Maserati incarica l’agenzia tedesca Seidldesign la creazione di un logo nuovo e moderno. Grazie al loro lavoro, il marchio diventa quindi in forma tridimensionale (con l’uso delle ombre scure sulla parte destra).
Infine, si sviluppa una doppia declinazione del marchio: un logo con l’ovale viene utilizzato per le comunicazioni istituzionali, mentre un logo senza l’ovale è utilizzato dall’azienda negli eventi di marketing.

Ora Maserati ha assunto l’ultimissimo logo, a seguito del lancio del nuovo modello MC20, nel quale il tridente è diventato blu.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.