I Gatti vedono i Colori? Se Si, quali Riescono a Distinguere?

gatti colori

Ti sei mai chiesto perché nelle foto i gatti (e anche i cani) appaiono con un effetto abbagliante?

Gli occhi a contatto con il flash brillano e sembrano quasi come gli abbaglianti di un’automobile o come un laser. Come mai?

Non si tratta di magia o di particolari effetti della fotografia, ma questo è un aspetto totalmente scientifico e possiede una spiegazione razionale.

Questo fenomeno degli occhi laser, simili ad un flash per i gatti ma anche per i cani, si verifica perché possiedono il Tapetum Lucidum, a differenza dell’uomo che non possiede questa caratteristica.

Tapetum lucidum: che cos’è?

La spiegazione è molto più semplice di quanto possa apparire, il Tapetum Lucidum è uno strato sottile situato appena dietro la retina e possiede caratteristiche catarifrangenti.

Proprio per le sue proprietà è in grado di riflettere i raggi di luce che colpiscono gli occhi dei gatti (o dei cani) e li invia in direzione della retina. La sua funzione è di aumentare gli stimoli luminosi per consentire di ottenere una vista perfetta durante le ore notturne.

Anche se la vista degli uomini è differente da quella degli animali, in fondo, la sua funzione in entrambi i casi rimane la stessa. Per approfondire l’argomento clicca qui.

grafica gratis

Come funziona nello specifico la vista?

Le immagini che vediamo attraverso gli occhi sono costituite proprio dalla luce riflessa di ciò che si sta osservando.

La luce entra nell’occhio attraverso la pupilla e qui subentrano la cornea e il cristallino che hanno funzioni simili alle lenti di una telecamera, perché catturano l’immagine e la mettono a fuoco.

Una volta che la luce penetra gli occhi, attraversa le pupille fino a giungere nella zona posteriore.

Coni e bastoncelli sono organi presenti nella retina dell’occhio, hanno il compito di catturare la luce e di trasformarla in pura energia elettrica, che si propaga viaggiando lungo la strada del nervo ottico.

gatti
grafica gratis

Prima di essere convertito in immagine, gli stimoli elettrici che attraversano i nervi ottici devono raggiungere il cervello: è suo il compito di riflettere le immagini che percepiamo.

Proprio per questo motivo, cani, gatti e uomini percepiscono in maniera differente le immagini che vedono.

Quali sono le differenze della vista fra cane e gatto?

La principale differenza riguarda la capacità di individuare i colori modulando la luce che viene percepita dagli occhi.

Ad esempio, i cani non riconoscono i singoli colori ma riescono a vedere perfettamente in penombra; i gatti, invece, riescono a vedere bene nell’oscurità ma durante le ore di luce diurne la loro vista abbassa alcune potenzialità.

Perché ci sono queste differenze?

Sia i cani che i gatti sono animali predatori, questo significa che la loro vista è sviluppata in modo tale da permettere di visualizzare la preda in qualsiasi ambiente e condizione di luce.

Nel momento in cui nascono i predatori, i loro occhi sono sigillati e la loro vista si sviluppa dopo qualche settimana, completando le proprietà intrinseche che l’animale possiede.

In natura non succede niente per caso

Anche se il cucciolo di predatore è cieco e non ha la possibilità di spostarsi, perché non possiede la percezione dell’esterno, resterà fermo al sicuro nel luogo dove si trova, attendendo il ritorno della madre, quando questa si allontana per andare a caccia.

Discorso opposto vale per le prede, questi animali nascono già con gli occhi aperti, con la possibilità di muoversi e di reggersi in piedi. Perché? Proprio per essere pronte sin dai primi giorni ad affrontare i pericoli e dunque a scappare quanto più veloce possibile.

I predatori hanno una vista che possiede un campo visivo di 270°, gli occhi si trovano più centralmente rispetto al viso, questa caratteristica consente di avere un campo più ampio e di concentrarsi su un punto più preciso per individuare le prede.

grafica gratis

Gli occhi dei predatori sono in grado di valutare con maggiore precisione le distanze per percepire ogni minimo movimento delle prede.

Sia durante il giorno che nelle ore notturne la loro vista è perfetta, perché sia nei cani che nei gatti sono presenti più coni e più bastoncelli.

I gatti possiedono 200 milioni di bastoncelli invece nell’uomo sono circa 120 milioni, questo è il motivo principale delle differenze di percezione delle immagini.

Quali sono i colori che i cani e i gatti vedono?

I cani percepiscono distintamente i colori giallo e il blu – viola, riescono a riconoscere le sfumature verdi, rosse e arancioni come diverse gradazioni di bianco, ma possono confonderle con il giallo. Gli altri colori non sono percepiti dall’animale.

I gatti riescono a vedere 3 colori in maniera distinta, ossia il giallo, il blu – viola e il verde, ma non riescono a percepire il rosso.

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.