Fonts Leggibili a Piccole Dimensioni? Ecco i Migliori [Top 7]

Fonts Leggibili Piccole Dimensioni

Dovete scrivere dei testi e state cercando un tipo di carattere semplice, chiaro, esteticamente elegante e soprattutto leggibile?

Il software MS Word offre vari tipi di caratteri (stili) con associate le relative dimensioni.

Se la tua idea è quella di utilizzare un carattere dalla dimensione molto piccola (8 oppure 9 pt) leggi questo articolo perché ti potremo fornire consigli ricavati dall’esperienza di altri utenti.

La prima cosa che dovrai considerare prima di iniziare il tuo lavoro grafico è che la scelta oculata del font – cioè la rappresentazione in formato digitale del carattere tipografico – è fondamentale per dare un aspetto professionale e un segnale di chiarezza a chi poi dovrà leggere il tuo progetto, sia a video sia su carta stampata.

Devi sapere che la comunicazione grafica è decisiva per l’ottimale riuscita del tuo progetto!

grafica gratis

La dimensione minima accettabile per cui un font è leggibile è 6 pt, ma la scelta di un carattere troppo piccolo di solito complica la lettura del testo perché lo rende poco leggibile.

Se scegli un font di dimensioni eccessive (oltre 14 pt), viceversa, può produrre un risultato troppo dispersivo. Il risultato di questi due estremi è lo stesso: il tuo lettore potrebbe interpretare male il messaggio veicolato, oppure stancarsi gli occhi e interrompere per sempre l’esame di quello che hai scritto!

I font si dividono sostanzialmente in due grandi categorie: “font serif” e “font sans serif“. I primi hanno alle estremità degli allungamenti ortogonali chiamati serif (grazie o bastoni) e sono i più adatti per la stampa di quotidiani, riviste e libri.

Fra i font serif più usati, gli utenti consigliano Arial, Antique Olive, Baskerville Old Face, Book Antiqua, Bodoni, Constantia, Garamond, Georgia, Palatino e il famosissimo Times New Roman.

I caratteri sans serif (senza grazie), invece, sono privi di questi tratti terminali e per questo motivo danno un aspetto più contemporaneo al testo.

Essi rendono al meglio se usati per documenti scritti in dimensioni ridotte (8 o 9 pt), videoscrittura, progetti pubblicitari e libri per bambini.

Tra i font sans serif menzioniamo tra gli altri: Arial, Calibri, Corbel, Franklin Gothic Book, Gill Sans Nova, Helvetica, Lucida Sans, Optima e Tahoma.

Fatte queste doverose premesse, analizziamo ora le due caratteristiche principali che non dovrebbero mai mancare in sede di scelta della dimensione del tipo di carattere.

  1. Leggibilità del documento
  2. Esigenze strutturali (editoriali)
grafica gratis

Leggibilità del documento e fonts

Questa dipende essenzialmente dalla struttura grafica di ogni carattere (stile, dimensione, colore, uso del corsivo o del grassetto, ecc.), che deve essere sempre perfettamente leggibile, e dal supporto sul quale andrete a leggere il testo (video, libro, foglio A4, rivista, ecc.).

Esigenze strutturali (editoriali). Il vostro progetto finirà in un libro, magari di molte pagine?

In questo caso l’editore molto probabilmente ridurrà la dimensione del carattere in modo da contenere il numero delle pagine da stampare.

La dimensione standard per i testi scritti è 12 pt ma, usualmente, il font utilizzato dalle case editrici è il Garamond 10 pt: si tratta di una interessante situazione di compromesso in quanto questa combinazione tra tipo di carattere e dimensione rende comunque il libro discretamente leggibile.

Tieni a mente, quindi, che più il supporto fisico dove andrà a finire il tuo testo sarà piccolo (pensiamo alle brochure commerciali, ai biglietti da visita, alle etichette per prodotti alimentari, ai dépliant pubblicitari o allo schermo dello smartphone), minore sarà la dimensione del font.

Il compromesso tra leggibilità del documento ed esigenze strutturali (editoriali) è salvo!

Un piccolo trucco per salvaguardare la leggibilità del tuo scritto che gli utenti suggeriscono, è quello di adottare comunque un font dalla dimensione adeguata – magari 12 pt – e, al contempo, ridurre il numero delle parole superflue dal testo.

Questo argomento ti ha incuriosito è vuoi ampliare la conoscenza del mondo della comunicazione grafica?

Bene, lo puoi fare direttamente dal nostro sito!

Ti proponiamo una ricca selezione di corsi di base e avanzati – studiati con cura dai nostri esperti – con cui potrai apprendere i concetti fondamentali anche per utilizzare al meglio i fantastici programmi della famiglia Adobe.

Per accedere alle nostre risorse clicca sul seguente link:

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.