Qual’è la Differenza tra UX design e UI design?

Possiamo tranquillamente dire che la creazione di una pagina web non è sempre un gioco da ragazzi.

Infatti, una delle cose più difficili è quella di capire in anticipo quali sono gli interessi dei futuri utenti.

E per poterlo fare in modo efficace, avremo bisogno di uno studio approfondito sul UX e sul UI design.

Ma cosa indicano, nello specifico, questi due termini?

Di seguito, le due differenze verranno spiegate dettagliatamente, al fine di chiarire una volta per tutte i dubbi in merito:

Cos’è il UI design?

Con UI, che serve a indicare brevemente “User Interface”, si intende l’interfaccia del sito web stesso.

L’UI è una delle parti che compongono l’UX, del quale andremo a trattare a breve.

Lo studio attento e preciso della UI può rendere decisamente più redditizia la propria attività online o il proprio sito personale.

Esso, infatti, si occupa delle strategie di mercato volte a rendere ancora più invitante, dal punto di vista visivo e funzionale, il sito web o la app.

Tale studio è stato condotto sul comportamento dell’utente e sul suo approccio alle funzioni offerte dai vari pannelli.

Lo scopo di una UI, quindi, è quello di anticipare le scelte dell’utente, comprendendo in che modo una grafica migliore può contribuire a rendere la navigazione più fluida e intuitiva.

Ciò comprende la disposizione tattica dei pulsanti dedicati alla call to action (ovvero i pulsanti da cliccare), oppure l’impaginazione chiara e intuitiva di un modulo online da compilare.

grafica gratis

Affinché un sito possa essere preso in considerazione da un’ampia fascia di utenza, deve essere di facile lettura, comodo da gestire e da consultare con immediatezza anche quando non si ha molto tempo da dedicare alla navigazione.

Tutti quei siti che, solitamente, fanno perdere molto tempo all’utente, oppure lasciano una sensazione di disorientamento, non accolgono il favore di coloro che dovranno utilizzarlo nuovamente in futuro.

In base a quelle che sono le esigenze del marchio, quindi, l’UI guida verso le scelte più ovvie e vantaggiose.

Una scelta vincente è quella di utilizzare dei colori che trasmettono una sensazione di tranquillità all’utente.

È importante, inoltre, che le informazioni principali vengano messe immediatamente in risalto.

Qualora si necessitasse di uno strumento UI gratuito, si possono effettuare delle ricerche sul web: vi sono delle alternative valide che permettono di scegliere fra accattivanti font e icone personalizzabili.

Cos’è il UX design?

L’acronimo UX serve per abbreviare “User Experience”, e riguarda i processi volti al miglioramento del prodotto vero e proprio da presentare al pubblico.

In primo luogo, quindi, esso concerne la navigazione facile e veloce, ma anche la permanenza intuitiva e piacevole sulla pagina.

Già dagli anni ’90 il termine UX è stato utilizzato in maniera intensiva per indicare le strategie volte alla corretta coesistenza fra l’utenza finale e il prodotto presentato al pubblico.

La paternità di questo vocabolo, inoltre, è da accreditarsi a Donald Norman il quale, proprio in quegli anni, studiava le scienze cognitive e si occupava di psicologia.

L’UX abbraccia una serie differente di branche correlate fra loro. In primo luogo, mette in relazione la psicologia, il design e il marketing.

I siti che vengono gestiti in base al SEO, solitamente, possono aumentare i propri introiti avvalendosi di un accurato studio della User Experience.

L’aspetto di un sito e la prima impressione che esso fornisce al pubblico sono alla base dell’intero processo.

Se l’utente non si sente stimolato, potrebbe decidere di non avvalersi più di quella pagina o applicazione, e ciò causerebbe una diminuzione della visibilità del prodotto.

L’applicazione attenta delle regole e dei suggerimenti forniti dall’UX, perciò, può contribuire alla costruzione, passo dopo passo, di un sito di successo.

È essenziale, infatti, che l’utente si senta accolto, e che la grafica, i colori e la praticità delle azioni siano conformi alle aspettative dell’utilizzatore.

L’e-commerce, che è diventato sempre più diffuso e utilizzato in tutto il mondo, si basa proprio su strategie di questo tipo.

Per poter rendere appetibile la selezione di prodotti offerti sul sito, infatti, si affidano completamente all’intuizione della UX, che indica in che modo gestire le domande, le richieste e le ricerche dell’utente.

Le caratteristiche principali della UX sono distinte in tre voci separate.

La prima, è quella relativa alla psicologia: si osserva, cioè, in che modo il cliente è spronato all’acquisto e cosa, invece, lo allontana da un certo prodotto.

La seconda caratteristica è l’architettura delle informazioni, mentre l’ultima è relativa alla semplicità di accesso, ed è definita usabilità.

La UX non è fine a sé stessa: per poter lavorare correttamente, la User Experience deve potersi legare ad altre branche.

Tutte le modifiche che verranno effettuate a livello visivo, tecnico e grafico, perciò, saranno eseguite sulla base di studi capillari coordinati fra loro.

Le discipline coinvolte comprendono la psicologia, che influenza l’appetibilità del sito, la interaction design, e anche l’intuitività del prodotto presentato al pubblico.

Non è da dimenticare, inoltre, la sopracitata usabilità, che garantisce un procedimento immediato al cliente:

basandosi solamente sulle strategie previste dalla UX, infatti, si potranno evitare infiniti passaggi per portare a termine una semplice azione.

UI Design e UX Design: le Differenze


Le differenze fra la UI design e la UX design esistono, e possono essere riassunte come se le due tipologie rappresentassero l’entità vera e propria dell’app, e il rispettivo funzionamento delle capacità del prodotto.

Mentre la UI si occupa principalmente di rendere accattivante l’interfaccia dell’applicazione, la UX si focalizza sull’esperienza dell’utente.

Confronto fra UI e UX


L’UI è incentrata sulla grafica e sulla coordinazione di fattori psicologici e visivi, volti a trattenere l’attenzione dell’utente ancora più a lungo.

Non si può pensare di creare un sito di successo senza la combinazione di UI e UX: se considerate nel complesso, infatti, possono migliorare l’aspetto visivo e funzionale del prodotto web.

Un responso ai propri sforzi si può avere in seguito alla consultazione della sessione Analytics di Google: è proprio lì, infatti, che i trend relativi alla soddisfazione del cliente e all’accoglienza più o meno positiva del sito possono essere visualizzati.

In previsione di cambiamenti, infatti, l’azienda può scegliere di sottoporre l’utente a dei test: in base alle loro risposte, si avrà un’ulteriore conferma.

Di cosa si deve occupare l’UI designer


La realizzazione dell’interfaccia è uno dei compiti che spettano all’UI designer.

Lasciando la struttura a coloro che si occupano di UX, egli potrà “vestire” il sito come lo ritiene opportuno, allineandosi, ovviamente, alle esigenze e ai trend di mercato.

Occupandosi della realizzazione dei layout, disegnando l’interfaccia e smussando il linguaggio grafico in base alle necessità, l’UI designer cerca di mantenersi in linea con il lavoro dell’UX designer.

I compiti dell’UX designer


In linea generale, si può affermare che la parte strutturale sia gestita dall’UX designer.

Egli crea i propri prodotti in modo tale che essi possano soddisfare le esigenze di usabilità del cliente.

La lista completa di mansioni affidate all’UX designer comprende la creazione di test A/B, il cui scopo è quello di sottolineare in maniera chiara ed esaustiva l’indice di gradimento del pubblico.

Inoltre, garantisce che ogni applicazione o sito web sia soddisfacente da utilizzare e immediato nella comprensione di ogni target d’età.

Assieme a questi, svolge anche un compito legato all’andamento del mercato e allo sviluppo dell’azienda relativamente ai propri competitors.

Ragiona, inoltre, in modo tale che i problemi siano gestiti in modo funzionale.

Imparare le basi della grafica

All’interno del sito vi è una sezione apposita dove poter imparare esaustivamente le basi dei software di grafica e le basi del graphic design.

Se siete interessati, potrete trovare la lista completa dei corsi qui di seguito:

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.