Come Scegliere un Buon Corso di Grafica?

Sei affascinato dal mondo della grafica, ma non sai come intraprendere una carriera in questo settore?

Tra corsi part-time, master e programmi universitari non sai bene quale sia il percorso giusto per te?

Continua la lettura per scoprire come imparare la grafica nel modo migliore.

Iniziamo con il dire che rispetto al passato, anche il settore del graphic design è andato incontro a diversi cambiamenti.

Fino a qualche anno fa infatti, per intraprendere la carriera di progettista grafico era necessario frequentare un corso triennale in Architettura o in Disegno Industriale per poi effettuare appositi tirocini in azienda dopo esserti laureato.

Oggi invece, il settore del design si caratterizza da una maggiore flessibilità, sia in termini di formazione che di pratica.

Infatti, in tante aziende la laurea non è più vista come un requisito fondamentale per esercitare la professione del grafico.

Tuttavia, ogni modalità di apprendimento si contraddistingue da programmi e metodi differenti, che spesso si integrano l’uno con l’altro per riuscire a dare una competenza più adeguata e completa possibile.

Prosegui quindi con la lettura di questo articolo per sapere qual’è il percorso migliore nel tuo caso specifico.

grafica gratis

Diventare un Graphic Gesigner – Quale Corso scegliere?

Da una recente ricerca sui vari siti web, ho visto tanti articoli e sponsorizzazioni per corsi di grafica online.

Avendo a disposizione tanta pubblicità e tanto materiale, è facile entrare in confusione e rischiare di prendere una cantonata.

Per questo motivo ho deciso di realizzare una piccola guida che possa permettere a chi come te vuole avere maggiore chiarezza sulle possibilità di formazione in grafica.

Di fatto, puoi trovare dei corsi online in grafica anche sulla nostra piattaforma, ma prima di considerarli è bene sapere cosa devi valutare nel momento in cui dovrai scegliere la tua strada e vedere se una data soluzione funzionerà nel tuo caso specifico o meno.

Quale Percorso Intraprendere?

Prima di trattare delle materie di studio, occorre valutare dove seguire il corso per diventare graphic designer. Infatti, una delle domande che i nostri studenti ci chiedono più spesso è se sia o meno necessario andare all’università.

Come accennato nell’introduzione, in passato ci si doveva affidare per forza di cose a un’accademia e seguire corsi come quelli di Disegno Industriale o Architettura.

Al contrario, oggi ci sono diverse alternative da considerare per specializzarsi in una branca più specifica di uno stesso settore lavorativo e ciò avviene anche per la grafica.

Ma andiamo per ordine e vediamo insieme quali sono gli aspetti più rilevanti di ogni percorso.

1. Corsi Universitari (3 anni)

Ovviamente, per una competenza generale e completa in grafica, la prima delle opzioni è rappresentata appunto dall’università, che rimane sempre la scelta che mi sento di consigliare se avete una buona quantità di tempo e un po’ di soldi a disposizione.

Diciamo che se affrontata nel modo giusto, si rileva la scelta migliore in una percentuale alta dei casi e permette di godere di un riconoscimento anche legale delle proprie competenze.

I corsi in genere hanno una durata di tre anni o seguono la formula del 3+2 (triennale più la specialistica) e sono articolati in modo da dare allo studente il materiale e l’ambiente giusto per intraprendere in futuro questa professione.

Inoltre, un aspetto da non sottovalutare è dato dalle dinamiche universitarie vere e proprie: lo studente entra a far parte di una comunità, nella quale poter sviluppare la sua creatività, stringere rapporti interpersonali e scambiare materiali e informazioni con i colleghi di studio.

grafica gratis



Pertanto, se vogliamo fare una sorta di bilancio in merito a un corso universitario in grafica dobbiamo citare sicuramente alcuni vantaggi, come:

– la completezza del percorso;
– la possibilità di creare una rete di rapporti con i colleghi di studio;
– la possibilità di ricevere feedback sul tuo lavoro;
– la validità di un titolo accademico.

Di contro però dobbiamo anche considerare che non tutti gli istituti forniscono i medesimi programmi completi, che la durata dei corsi è almeno triennale e che tutto ciò comporta dei costi maggiori.

Inoltre, non sempre tutte le lezioni saranno rilevanti o con materiale aggiornato.

Pertanto, conviene andare all’università per diventare grafico? Beh dipende dalle tue aspirazioni e dalle tue necessità.

Sebbene un corso universitario sia più indicato, devi fare alcune importanti valutazioni, tra cui la disponibilità a trasferirti se l’università non si trova nelle tue vicinanze e il budget di spesa che la tua famiglia può affrontare per i tuoi studi.

Nel dettaglio infatti, devi sapere che in Italia nel settore del design, gli istituti privati in alcuni casi sono da considerarsi migliori delle università pubbliche sia sotto il profilo della struttura che dell’organizzazione.

Inoltre, sebbene ci siano molti validi istituti anche al sud Italia, le eccellenze del settore sono situate per lo più nel settentrione e quindi potresti essere “costretto” a un trasferimento.

2. Corsi Brevi Effettuati in Aula

Una seconda opzione per imparare le basi o specializzarsi in graphic design è rappresentata dal seguire dei corsi in aula di durata ridotta.

Si tratta di programmi di durata variabile; si può partire da un master di 1 mese per arrivare a corsi di 3 mesi, 6 mesi e 12 mesi.

Questi sono solitamente disponibili in formati part-time o full-time.

Puoi ben comprendere come la durata ridotta di questi corsi non permetta di acquisire tutte le competenze adeguate per intraprendere la professione, ma possono rivelarsi utili in poche ipotesi specifiche.

Infatti, puoi considerarli nel caso in cui tu non abbia il tempo necessario per iniziare l’università oppure quando hai già avuto modo di studiare materie come architettura e design del prodotto oppure ancora se sei un professionista e desideri ampliare le tue competenze.

3. Corsi Online e Studio da Autodidatta

Anche se potrebbe sembrare assurdo, lo studio da autodidatta può essere un’opzione molto valida per diventare un graphic designer.

Non ti nego che alcuni dei professionisti che conosco sono diventati tali con uno studio autonomo (di solito affiancati da corsi e/o coaching) e si rivelano essere più bravi e competenti di altri, che hanno invece seguito un normale corso universitario e che si ritrovano invece con delle competenze non rilevanti e mal utilizzate.

Ti dico questo perché per diventare un bravo graphic designer, prima della materia in sé e per sé, è necessario avere la giusta attitudine e questa la si può sviluppare anche da soli.

Tuttavia, voglio che sia chiara una cosa: lo studio da autodidatta non si compone di tutorial da vedere su internet o di software di cui impararne l’utilizzo, o meglio, non è solo questo.

È importante invece avere la giusta autodisciplina per dedicare a un corso online lo stesso tempo che potenzialmente si dedicherebbe a uno universitario, studiando tutto ciò che si rivela necessario per colmare le proprie lacune in materia.

A una valutazione più attenta però, anche i corsi online presentano dei pro e dei contro.

Tra i vantaggi compare sicuramente la possibilità di personalizzare i modi e i tempi con cui seguire il corso stesso, specialmente se già sei impegnato in altri percorsi formativi o se sei un lavoratore.

grafica gratis

Puoi approfondire meglio le tematiche relative alla grafica che ti interessano di più e, se seguito a dovere, un corso online può rivelarsi sotto certi aspetti più completo e dettagliato di uno in aula.

Tra i contro però c’è da dire che non sempre è semplice capire se un corso sia valido o meno, poiché sul web è possibile trovare davvero tanti percorsi e non tutti sono in grado di offrire un programma completo e funzionale allo svolgere della professione.

Inoltre, a termine del corso, spesso non viene rilasciato alcun titolo validamente spendibile e di fatto il risultato in termini di perseveranza e apprendimento dipende soltanto da te.

Tra i corsi che puoi trovare online, è bene diffidare da quelli che:


❌ costano poco e ti promettono miracoli;

❌ sono portati avanti da persone sconosciute o dalla professionalità non accreditate;

❌ sono poco comprensibili e confusionari;

❌ non presentano un’adeguata presentazione;

❌ sono incentrati molto sulla teoria, ma offrono poco in termini di pratica e di esercizio;

❌ non presentano alcuna assistenza post vendita;

❌ hanno una data di scadenza dopo l’acquisto;

❌ non sono sottoposti ad alcun aggiornamento.

Da come puoi notare, il web offre di tutto e di più e dal momento che si sta parlando di percorsi formativi oltre che di spesa di denaro, è importante selezionare i pacchetti con il migliore rapporto qualità-prezzo.

In Conclusione

Se la grafica è la tua passione e vuoi intraprendere questa strada in modo professionale (o anche solo amatoriale), dai un’occhiata ai corsi presenti nel nostro sito.

Sulla nostra piattaforma puoi avere accesso a una quantità notevole di risorse, da sfruttare per imparare le basi della grafica e per usare i programmi della serie Adobe in modo intuitivo e veloce.

I nostri corsi sono stati sviluppati con l’aiuto fornito da designer con pluriennale esperienza alle spalle e sono strutturati per offrire sia le informazioni di base per chi si avvicina per la prima volta al mondo della grafica che i concetti più avanzati per chi già è inserito nel settore.

Per questi e per altri motivi, puoi essere sicuro della sicurezza dei nostri corsi e della completezza dei relativi programmi.

Dai allora un’occhiata a tutte le nostre offerte cliccando sul link qui sotto:

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.