Colori con la Lettera M: Elenco Completo

lettera M

Oggi vi voglio raccontare di quel giorno in cui incontrai il Mostro dei colori.

Essendo un Mostro, mi aspettavo che facesse paura, che fosse mostruoso persino, ma invece mi ritrovai davanti ad un piccolo batuffolo tutto verde… o meglio, non proprio tutto verde, a guardarlo bene si poteva scorgere qualche sfumatura di arancione, e le gambe, in effetti, erano azzurre, anzi cobalto per la precisione.

Qualche ciuffo vermiglio gli spuntava dalla testa e… a dirla tutta il Mostro dei colori era un po’… di tutti i colori!

La prima cosa che mi disse quando lo incontrai, per caso, mentre ero nella Valle Cromatica, fu:”Ehi viandante, vieni con me, ti mostro il mio tesoro. Ho appena finito di accumulare una montagna di ricchezze, e non vedo l’ora di mostrarla a qualcuno!”.

Ero un po’ titubante, dovevo fare delle commissioni per la principessa Celeste, e non volevo proprio farla aspettare, o sarebbe diventata rossa di rabbia!

Tuttavia, la curiosità era tanta e l’idea di una montagna di monete colore dell’oro mi intrigò, quindi seguii il Mostro dei colori.

grafica gratis

La passeggiata non fu facile, una tormenta color Magenta rese la nostra camminata lenta, per non parlare di quella strega calva, con la tunica color Malva, che per permetterci di passare e dalle sue terre transitare, chiese in pegno un bel disegno che con me sempre portavo.

Il disegno era il ritratto del principino insoddisfatto, che una sera dopo cena, avevo fatto su pergamena.

Lasciai il disegno, dunque, a malincuore, e proseguimmo.

Dopo un mandarino color Mandarino per spuntino e una melanzana color Melanzana nella tisana, eravamo pronti per ripartire.

Finalmente, arrivammo ad una grossa magione, il cui legno era tutto Marrone, mentre le porte del castello eran Marrone di tipo pastello. Un bel prato di Magnolie circondava le mura, e tutto era abbinato con cura.

“Che bel posto”, esclamai, “è permesso?” chiesi aprendo la porta d’ingresso.
L’intero mobilio era color del Mogano, e su un grosso tappeto in fondo, dei folletti tutto il giorno colorano. Le tende color Menta sono tante, almeno trenta.

Ma ricchezza non ne vedo e mi sembra una stranezza.

“Mi prendi in giro, bel mostrino? Qua non c’è neanche un soldino!”
“Soldi, di che parli? I tesori qui son tanti: non parlavo, sai, di gemme, ma di colori con la emme!”

Che avventura, che giornata, quante cose che ho imparato! Ciò che per me è un gran tesoro, per qualcun altro non è oro; ciò che per gli altri son cose belle, per me non valgon neanche due caramelle!

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.