Colore Coccio: Significato, Codici Colore, Abbinamenti, Pantone e RAL

Colore Coccio

In questo articolo parleremo del colore coccio.

Si tratta di un colore ch prende la sua tonalità dai cocci, anche noti come gallinelle, e che è molto simile anche al color mattone o il color terracotta, che sono entrambe delle tonalità di marrone similari.

Si tratta di un colore che può essere utilizzato sia per progetti di design, come l’arredamento di casa e i design di outfits, dato che è molto versatile e gradevole alla vista.

In questo articolo parleremo in modo più approfondito del colore coccio, del suo significato psicologico, dei codici colori e della sua composizione cromatica in Pantone e nella scala RAL.

Siete pronti? Cominciamo dalle basi!

Come abbinare il colore coccio?

Il colore coccio si abbina molto bene a tonalità di grigio e di marrone, soprattutto se considerate l tonalità più tendenti al rosso. Si tratta infatti di un colore molto versatile da quel punto di vista, ed è ideale per essere utilizzato per le stanze della casa.

color coccio pantone
grafica gratis

Cosa sono i cocci?

Il coccio, noto anche come gallinella o mazzola, è un pesce rossastro con la testa quadrata e grandi occhi che si può vedere in gran numero tutto l’anno in una varietà di luoghi.

Si muovono in banchi attraverso fondi sabbiosi e fangosi nel Mediterraneo, dove possono essere visti in numero considerevole.

Gli adulti migrano al largo fino a 200 metri di profondità, mentre i più piccoli preferiscono rimanere vicino alla costa.

Questo pesce, che è la specie di triglide più importante da catturare, si cattura con reti a strascico e reti da posta.

Si possono catturare i pesci più giovani, che pesano circa 200 grammi, in estate e in autunno, ma raggiungono e superano la loro taglia migliore, che pesa circa 800 grammi, nei mesi invernali.

Da gennaio a giugno, il coccio si riproduce e raggiunge la maturità sessuale a circa 18 centimetri di lunghezza totale.

Quando viene catturato, emette suoni che assomigliano a grugniti e sono difficili da differenziare da quelli di altri animali.

coccio
grafica gratis

L’opercolo ha una forte spina dorsale e un’enorme testa corazzata con placche ossee, e il secondo raggio spinoso della prima pinna dorsale è più lungo degli altri raggi e della pinna stessa.

Si nutre di pesci che vivono sul fondo, granchi e invertebrati che può rilevare utilizzando i lunghi raggi delle sue pinne pettorali, che agiscono come una sonda mentre striscia.

Il primo raggio, invece, è corto e ha una rientranza nella regione anteriore, mentre la linea laterale ha squame larghe, piatte e verticali. Il dorso dello squalo ha una tonalità rosso vivo, mentre i lati sono più chiari.

Le pinne pettorali sono rosso-giallastre, mentre il ventre dello squalo è di aspetto pallido.

Ha squame ben sviluppate che si trasformano in scudi ossei privi di creste e spine lungo la linea laterale, una testa robusta e corazzata con placche ossee spinose, un profilo del muso concavo e un osso preopercolare che si prolunga solo leggermente in un rostro dentato, ai lati del quale ci sono da 5 a 7 denticoli nei giovani.

L’apertura nasale anteriore è formata da piccoli fori, l’apertura nasale posteriore è formata da una minuscola fessura verticale, e l’apertura nasale posteriore è formata dalla bocca che si apre inferiormente in una postura quasi orizzontale.

I denti sono disposti in cinque file nella mascella superiore e quattro file nella mascella inferiore, con la mascella superiore che ha più denti.

Le spine delle parti opercolari e la spina coracoidea sono chiaramente visibili sul bordo anteriore dell’orbita, e due spine dirette verso l’alto sono visibili sul bordo anteriore dell’orbita.

Su entrambi i lati del solco dorsale, ci sono circa 30 placche spinose, con placche ossee granulari e striate con bordi liberi spinosi o seghettati.

La prima pinna dorsale è triangolare, la seconda segue immediatamente dopo la prima, ed entrambe sono contenute in un solco dorsale con una serie di circa 30 placche spinose su entrambi i lati.

La carne delle gallinelle d’acqua dell’Adriatico è più tenera e più grossa di quella delle gallinelle d’acqua prese in altri corsi d’acqua italiani.

Il modo migliore per mangiarle è in una zuppa di pesce o come contorno alla pasta, soprattutto se si include la testa, che è piuttosto grande rispetto al resto del corpo.

Il colore coccio rimane un colore molto interessante e che può essere trovato nella scala Pantone e la scala RAL.

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.