Alfa Romeo Logo: Storia e Evoluzione

Alfa Romeo Logo

Il logo della Alfa Romeo fu concepito da Giuseppe Merosi e dal tuo studio di disegnatori dell’ Ufficio Tecnico di Milano.

Fu un giovane disegnatore, Romano Cattaneo (il cui fratello, Giuseppe Cattaneo, lavorava come progettista di vetture Isotta Fraschini) che suggerì a Giuseppe Merosi di includere “El bisson”, il Biscione visconteo.

Nella simbologia, il biscione, ripiegato su se stesso in modo continuo, come una “s” che si ripete, ha la testa cinta da una corona e ha nelle sue fauci una figura umana.

I significati del simbolo sono tanti, così come i miti e le leggende riguardo la sua storia, di fatto rappresenta la casata nobiliare dei Visconti ed è il simbolo più rappresentativo della città di Milano.

Si racconta che l’idea di includere il prestigioso simbolo venne a Romano Cattaneo osservando l’immagine rappresentata sulla torre del Filarete in Piazza Castello, mentre attendeva il tram per recarsi al lavoro.

L’idea piacque a Giuseppe Merosi e insieme si misero al lavoro su una prima bozza grafica, aggiungendo la croce di colore rosso su fondo d’argento (simbolo presente sullo stemma di Milano) e le scritte “Alfa” e “Milano” in colore oro su fondo blu. Tra le parole Alfa e Milano, due nodi sabaudi per rendere omaggio all casa regnante italiana.

Il prototipo piacque all’amministratore delegato Ugo Stella, che incaricò Cattaneo della realizzazione finale.

L’evoluzione del logo nel tempo

Il logo, istallato sul radiatore dei veicoli della casa automobilistica, fu utilizzato sin dal 1910 e non subì modifiche radicali nel corso del tempo, tanto che li logo attuale riposta tutti gli elementi caratteristici della prima versione.

Il primo logo ufficiale era di forma tonda e aveva un diametro esterno di 65 mm; aveva le caratteristiche grafiche (simboli e colori) descritte nel paragrafo precedente.

Nel 1913 i caratteri in color oro vennero sostituiti da caratteri in smalto bianco.

Nel 1918, dopo l’acquisizione dell’azienda da parte dell’ingegnere Nicola Romeo, venne modificato testo, che da “Alfa” divenne “Alfa – Romeo”, inizialmente su due righe e poi in un’unica riga, con le due parole separate da un trattino.

Nel 1925, per celebrare la vittoria dell’Alfa Romeo P2 al primo campionato del mondo di automobilismo, il simbolo fu circondato da una cornice in metallo dorato rappresentante una corona d’alloro, il diametro quindi aumentò, raggiungendo i 75 mm (fu riportato a 60 mm nel 1930).

Nel 1932 le autovetture destinate al mercato francese riportavano la dicitura “Alfa Romeo Paris”, ma l’anno successivo si tornò ad un più semplice “Alfa Romeo”

Nel 1946, in seguito alla proclamazione della Repubblica Italiana, i nodi sabaudi furono sostituiti da linee ondulate e la dimensione del logo fu ridotta a 54 mm; si scelse come materiale di base una lamiera di colore rosso e tutti gli elementi divennero di un unico color oro.

Dal 1950, in occasione del lancio dell’Alfa Romeo 1900 il logo tornò ad essere realizzato in ottone smaltato e in colori diversi, per poi essere sostituito dalla plastica nel 1960.

Nel 1972 venne eliminata la parola “Milano”, poiché le autovetture venivano prodotte anche nella sede di Pomigliano d’Arco. Vennero eliminate anche le linee ondulate e il trattino tra le parole “Alfa” e “Romeo”.
L’omino nella bocca del biscione assunse colore rosso e i testi mantennero il colore bianco.
Questo restyiling, ideato da Pino Tovaglia, conferì al simbolo un aspetto più essenziale e moderno.

Nel 1982 venne eliminata la sottile corona d’alloro che circondava l’intero simbolo, preferendo un più semplice bordino d’oro, così come in oro furono realizzate le scritte.

Nel 2015, in occasione della realizzazione della nuova Giulia, fu utilizzato l’attuale logo, realizzato da studio Robilant&Associati.
In questa nuova versione fu eliminata la riga verticale che separava il simbolo della croce da quello del biscione, unendo di fatto le due immagini. Lo sfondo fu sostituito da un motivo bianco puntinato che ricorda la fibra di carbonio.
La corona del biscione, così come l’omino nelle sue fauci e le sottili cornici d’oro divennero di colore argento cosi’ come le parole “Alfa” e “Romeo” su fondo blu scuro.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.