Adidas Logo: Storia, Significato, PNG e JPG

Adidas Logo

Basta guardare la foto per riconoscere uno dei marchi sportivi più importanti al mondo, simbolo di comfort e moda, protagonista di qualsiasi competizione atletica a livello nazionale e internazionale sin dagli anni trenta del secolo scorso.

Attualmente il brand ha la sua sede principale in Baviera e produce abbigliamento sportivo, è il primo produttore in Europa e il secondo nel mondo.

Adidas: la nascita del Brand

Quasi cento anni fa, nel 1924, i fratelli Rudolf e Adolf Dassler hanno fondato un’impresa commerciale di scarpe che al tempo si chiamava Gebruder Dassler Schuhfabrik, ossia La Fabbrica di scarpe dei Fratelli Dassler; la mission era quella di realizzare calzature sportive che garantissero le massime prestazioni per gli atleti e il miglior comfort possibile durante le performance.

Tutto ebbe in inizio dalle scarpe da calcio, l’idea geniale di Adolf (Adi) Dassler furono le suole chiodate per migliorare l’attrito sul terreno e la presa degli arti inferiori durante i movimenti, questa evoluzione si dimostrò innovativa e rivoluzionaria negli anni ’20, insieme alle tre strisce di cuoio laterali che sostenevano la struttura della scarpa facendola aderire perfettamente al piede.

Ecco spiegato almeno in parte e per quanto riguarda gli inizi della storia del Logo Adidas, il design del suo simbolo che ancora oggi è uno dei più indossati al mondo.

L’azienda decollò subito e spiccò il volo verso le Olimpiadi del 1936, vestendo Jesse Owens, velocista americano che vinse quattro medaglie d’oro durante la manifestazione. Adolf si occupava della fabbricazione materiale delle calzature, a Rudolf era affidata la parte gestionale del brand e la distribuzione.

Le controversie e la battaglia commerciale di Adidas contro la sorella Puma

La Seconda Guerra Mondiale non fu soltanto un cataclisma a livello globale ma portò anche i primi dissapori fra i due fratelli nel 1947.

L’anno dopo, Rudolf inaugurò Ruda, nome che deriva dalle due lettere di Rudolf e Dassler, successivamente l’azienda divenne Puma Schuhfrabrik Rudolf Dassler, oggi conosciuta in tutto il mondo come Puma.

Anche Adolf fece lo stesso gioco con il suo nome e cognome, utilizzando però il soprannome Adi e le prime tre lettere del suo cognome Das: il 18 – 08 – 1949 l’azienda Adidas fu registrata ufficialmente.

I due brand entrarono in conflitto della cittadina di Herzogenaurach, ancora oggi sede ufficiale del brand Adidas, le Olimpiadi del 1960 costituirono una storia curiosa che caratterizzerà l’astio fra i due fratelli fino alla fine della loro vita.

Durante queste manifestazioni olimpiche, Armin Hary, velocista tedesco, fu ingaggiato e pagato dal brand Puma per indossare le sue calzature durante la finale dei 100 metri.

Fino ad allora, Hary aveva indossato le scarpe Adidas durante le gare e quando vinse la finale con le Puma, si presentò alla premiazione sul podio indossando lee Adidas, nella speranza di essere pagato da entrambe le aziende. Adi si arrabbiò non poco e interruppe per sempre ogni contatto con il velocista olimpico e anche con suo fratello.

Il primo logo Adidas

Il primo logo Adidas fu creato nel 1949 ed erano già presenti tutti gli elementi che avrebbero caratterizzato il design del brand fino a oggi.

Due sono le caratteristiche che saltano all’occhio, la prima riguarda le strisce di cuoio laterali, utilizzate ancora oggi per migliorare il comfort della scarpa, l’altro elemento riguarda i tacchetti chiodati che avrebbero consentito una maggiore aderenza sul terreno da gioco.

Il font utilizzato per la scritta è Bastoni, soluzione grafica molto vicina a quelle che verranno usate successivamente per i restyling del logo.

Evoluzione del logo Adidas: il trifoglio del 1972

In occasione delle Olimpiadi del 1972 che si sarebbero tenute proprio in Germania a Monaco di Baviera, fu presentato il nuovo logo a forma di trifoglio con la scritta Adidas sul fondo, nel mezzo, le tre strisce orizzontali che non abbandoneranno mai il simbolo del brand.

Questa versione del logo Adidas durerà fino al 1997 e ancora oggi è presente sui modelli di scarpe e abbigliamento vintage dell’azienda.

Il logo Adidas oggi

Anche se il logo attuale non è proprio un giovincello, infatti rappresenta il brand fin dal 1991, si tratta sicuramente di un evergreen che rende riconoscibile il marchio sportivo in ogni angolo del mondo.

I tre elementi assumono un significato nuovo e più dinamico, il parallelismo diventa trasversale e si inclina da un lato simulando una montagna, segno della scalata al successo che qualsiasi atleta deve affrontare per vincere gare, competizioni, campionati nazionali e manifestazioni sportive internazionali.

Questo logo è la metafora perfetta degli ostacoli che la vita pone dinanzi a qualsiasi individuo, infatti negli ultimi decenni, sin dagli anni settanta dello scorso secolo, il brand esce dai semplici canoni sportivi per invadere il mondo della moda, rimanendo un evergreen d’abbigliamento sportivo simbolo di comfort e stile.

Attualmente, Adidas produce qualsiasi capo d’abbigliamento e accessori sportivi, sono tantissimi gli artisti che indossano le sneakers, soprattutto nella cultura Hip Hop: Jay Z, Puff Daddy, Run DMC, Beastie Boys, Cypress Hill, Snopp Dogg e tantissimi altri cantanti.

Nel mondo del calcio il logo Adidas ha vestito le squadre e i calciatori più importanti della storia, inoltre, è il fornitore ufficiale dei palloni di calcio per i campionati mondiali, europei e nazionali.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.