Psicologia dei Colori: Cos’è e il Significato di ogni Colore

I colori hanno un potere ed un significato psicologico molto importante.

Provocano emozioni, influiscono sui nostri modi di fare e pensare, richiamano alla mente esperienze passate.

Quello dei colori è un linguaggio primitivo, in grado di evocare in noi determinate emozioni e sensazioni.

Oggi, la psicologia dei colori ha trovato nuove applicazioni, tra cui il cosiddetto neuromarketing, un’attività capace di ricreare ambienti, di pubblicizzare servizi e prodotti, di richiamare alla mente e all’inconscio particolari emozioni.

Ma prima del marketing, ai colori era già riconosciuto un forte valore simbolico.

Cerchiamo di scoprire qual è il potere dei colori e quali messaggi riescono a veicolare verso la nostra psiche.

I colori delle emozioni

Come nasce la psicologia dei colori e cosa studia questa materia?

La psicologia dei colori si propone di analizzare i motivi per cui i colori riescono a stimolare la mente umana provocando particolari emozioni.

grafica gratis

Ciascun colore possiede un significato preciso e la sua connessione con una determinata parte del cervello riesce a favorire stati d’animo ed emozioni.

Ma perché accade tutto ciò?

In natura, i colori non esistono come tali, eppure gli esseri umani riescono a percepirli poiché l’occhio assorbe la radiazione elettromagnetica della luce, che la retina, a seconda dell’intensità dello stimolo e della lunghezza d’onda, invia al cervello affinché venga trasformata in un preciso colore.

La psicologia dei colori ha dato il via alla nascita di particolari forme terapeutiche che utilizzano il potere dei colori per calmare, guarire o lenire determinati sintomi.

La cromoterapia è in grado di curare alcuni disturbi sfruttando i diversi stimoli inviati al cervello.

Le nozioni della psicologia dei colori, inoltre, vengono impiegate dagli psicologi per diversi test, tra cui quello di Luscher, creato nel 1947 dallo psicologo Max Luscher.

Questo particolarissimo esame consente di analizzare le emozioni e lo stato d’animo di un paziente sulla base dei colori che sceglie.

Il test dei colori di Luscher si è rivelato utile per analizzare a fondo la personalità di bambini e adulti, al fine di risolverne alcune difficoltà.

grafica gratis

Ad esempio, una delle applicazioni più frequenti è quella che vede come protagonisti il disegno e la scrittura.

I colori rappresentano un mezzo comunicativo importantissimo: le diverse lunghezze d’onda dei vari colori tendono a stimolare l’area limbica del cervello, che è quella responsabile delle emozioni.

Ecco perché quando si affronta il discorso relativo alla psicologia dei colori si parla soprattutto di emozioni.

Significato e simbologia dei colori

Due degli psicologi che hanno dedicato maggior spazio ai colori sono lo svizzero Max Luscher e la tedesca Eva Heller.

Entrambi hanno studiato il significato dei colori e l’indice di gradimento degli stessi. Tali studi hanno determinato che il colore più apprezzato in assoluto è il blu.

Prima di addentrarci nelle nozioni fondamentali di psicologia dei colori, vale la pena ricordare quali sono i colori neutri, primari e secondari, in modo da comprendere meglio le diverse influenze dettate da tutte le possibili sovrapposizioni.

  • I colori neutri sono il bianco e il nero
  • I colori primari sono il rosso, il giallo e il blu
  • I colori secondari sono l’arancio (giallo + rosso), il viola (blu + rosso) e il verde (giallo + blu)
  • I colori complementari sono quelli che uniti ad un colore primario riescono a creare la luce bianca: l’arancione e il blu, il viola e il giallo, il verde e il rosso

E ora cerchiamo di capire come la psicologia dei colori, insieme alla simbologia dei colori, possano aiutarci a spiegare meglio le caratteristiche della nostra personalità.

grafica gratis

Tutto ciò grazie alla comprensione di un fenomeno biologico ampiamente studiato, che vede come protagonista il nostro cervello e la sua risposta ai differenti stimoli applicati dalle onde elettromagnetiche che ne colpiscono le diverse aree.

Il bianco

Il bianco rappresenta l’inizio; è una pagina bianca sulla quale poter scrivere una nuova storia. Inoltre, è il colore della purezza e dell’innocenza ed apporta pace e tranquillità.

Il nero

Il nero simboleggia la fine: è la negazione del bianco e di tutti gli altri colori. In tal senso, è spesso accostato alla morte, alla perdita e all’oscurità, pur essendo sinonimo di eleganza e rigore formale.

È un colore autoritario e forte, nonostante la sua connotazione negativa, provocata dalla capacità di assorbire la luce e intrappolarla.

grafica gratis

Il grigio

Tra i colori neutri vi è anche il grigio: si tratta di un colore pacificatore, privo di particolari stimoli. In tal senso, chi predilige il grigio ha la tendenza a non accettare responsabilità e coinvolgimenti.

Dal punto di vista psicologico, il grigio è il colore dell’immobilismo e dell’insensibilità alle influenze esterne.

Il rosso

Il rosso è in colore in grado di trasmettere forza ed energia, grazie alla sua capacità di attivare il sistema nervoso.

È anche il colore del desiderio, della passione e della brama di successo. È un’autentica spinta all’azione e al cambiamento.

Inoltre, il rosso è il colore del presente e rientra nelle preferenze delle persone che vogliono affermarsi ora e per sempre.

grafica gratis

Indica un forte temperamento, ma può trasformarsi in un colore aggressivo e, per questo motivo, non è l’ideale per i bambini già di per sé dotati di un carattere vivace.

Gli esperti di marketing lo utilizzano per attirare l’attenzione del lettore e comunicare sensazioni di urgenza e necessità, in modo da stimolare l’impulsività.

Il viola

Il viola e il lilla nascono dall’unione del blu e del rosso e tendono a fondere tra loro la calma del primo con l’impulsività del secondo, creando un atipico mix tra oggetto e soggetto dell’azione.

Il viola è anche il colore della magia, in virtù della sua valenza fantastica e intuitiva, in grado di indurre il soggetto a credere che i suoi desideri possano realizzarsi.

Secondo gli psicologi, gli adulti dovrebbero orientarsi su colori primari, mentre preferire il viola potrebbe indicare la presenza di traumi infantili o l’incapacità di assumersi le proprie responsabilità.

grafica gratis

Il viola e il lilla sono associati anche all’ambiguità, al mondo femminile, all’intuizione, alla magia e alla spiritualità.

L’ambivalenza insita in questo colore è dovuta proprio alla presenza di due spinte contrapposte (la forza del rosso e la calma del blu).

Il blu

Il blu è il colore della calma, della tranquillità e della pace.

Stimola la produttività e, nonostante sia un colore freddo, è associato alla sensibilità e alla spiritualità. Esistono oltre 100 diverse tonalità di blu e ognuna di queste può apportare armonia, calma e fedeltà in diversa misura.

In particolare, le tonalità più scure apportano pace e tranquillità, mentre quelle più chiare relax e buonumore. Il blu giova anche alle relazioni amorose, essendo il colore della stabilità e della fedeltà, dell’assenza di tensioni e dei sentimenti profondi.

grafica gratis

Il blu è in grado di favorire il focus e la meditazione, oltre al libero fluire dell’energia vitale. Non è un caso se in cromoterapia il blu venga usato per migliorare la capacità di concentrarsi e per calmare l’iperattività dei bambini.

Il giallo

Il colore più evocativo e luminoso tra tutti i colori primari è senza dubbio il giallo.

Questo colore richiama la gioia di vivere, la leggerezza e, applicato alla personalità umana, una mentalità aperta, forte e rilassata; del resto, è il colore dell’estate, del sole e della felicità.

Chi preferisce il giallo ha una personalità vulcanica, energica, ma anche incostante. Al contrario del rosso, che rappresenta il presente, il giallo è il colore del futuro, dell’attesa e della speranza.

Il significato del giallo è la trasformazione, il cambiamento, spesse volte anche temporaneo: chi preferisce questo colore non ama riposarsi ed è costantemente in movimento, spinto da nuove ambizioni.

grafica gratis

Nel settore del marketing, il giallo viene utilizzato per identificare la giovinezza e l’ottimismo, nonostante sia un colore in grado di generare ansia e pesantezza nel lungo termine. Proprio per questo motivo è ritenuto ambivalente.

Il verde

Il verde è il colore della resistenza al cambiamento e della tensione elastica.

Le persone che amano questo colore sono fiere ed equilibrate e riescono a creare una barriera che li separa dagli stimoli esterni, in maniera tale da gestirli al meglio.

Il verde è tipico di chi cerca condizioni di vita migliori sia dal punto di vista pratico che di salute. Inoltre, piace a chi ha opinioni decise e chiare. Il verde è il colore della rinascita e può rivelarsi utile per chi soffre di ansia e depressione, avendo capacità rilassanti.

L’arancio

L’arancio fonde tra loro i due colori che simboleggiano l’energia e la volontà, ovvero il rosso e il giallo.

È il colore della trasformazione, ma anche della pace interiore, tant’è vero che viene spesso impiegato durante le pratiche religiose buddiste.

Il marketing lo usa per indurre i consumatori ad acquistare, soprattutto nelle sue sfumature più tenui.

Desideri apprendere le nozioni fondamentali della grafica?

Sul nostro sito potrai trovare tantissime risorse diverse e interessanti, grazie alle quali imparare ad utilizzare i programmi Adobe e conoscere le basi della grafica.

Inoltre, sul sito sono disponibili anche diversi corsi online realizzati appositamente per chi desidera apprendere i concetti basilari del design (dedicati a chi è all’inizio) e quelli più avanzati.

A crearli sono stati designer con molti anni di esperienza nel settore, pertanto sei in ani sicure.

Clicca qui per scorrere tutti i corsi online disponibili:

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.