Logo Prada: Storia ed evoluzione del marchio

logo prada

Prada non è solo una casa di moda, è anche un’impresa e un brand che operano per immettere e promuovere sul mercato una serie di prodotti e accessori come scarpe, cinture, abiti e tanto altro.

La maison fa questo sin dal 1913, per iniziativa del suo fondatore Mario Prada e con sede a Milano.

Prada

La questione del marchio si pose nel 1919, quando il brand prese a vestire i monarchi italiani, motivo che consentì a Prada di poter inserire alcuni araldici appartenenti alla casa di Savoia nel suo logo aziendale.

È in virtù di ciò che fu ideato un logo che includeva una corda, uno stemma e il segno distintivo del couturier. La protezione da parte di personaggi tutt’altro che anonimi ha certamente contribuito a salvaguardare il brand nel tempo e soprattutto a patrocinarlo nei confronti di altre aziende fortemente concorrenti.

Nessun’altra azienda di moda ha mai potuto vantare un tale onore e tanto meno ha avuto la possibilità di includere emblemi monastici nel proprio logo: questo fattore di certo ha contribuito nel fare la differenza e permesso a Prada di ottenere un riconoscimento di tutto rispetto.

Quando la casa di moda ha potuto vantare un successo attribuibile esclusivamente ai propri risultati, ha deciso di modificare il marchio eliminando ogni traccia della casa reale, ovvero stemmi e corde, lasciando solamente la scritta “Prada”.

Colori e caratteri del logo Prada

Al momento del debutto, il brand vantava quindi simboli appartenenti alla casa reale, vi era una sorta cartello su cui erano apposte la data di fondazione e la città all’interno di un’ellisse, che era fatta con una corda con 4 nodi nautici e un’araldica reale collocata in alto.

La nuova versione si concentrava esclusivamente sulla scritta, fatta con caratteri dalle linee sottili e spesse: la “r” vantava una scorza riconoscibile e le “a” una gambetta allungata verso l’alto, create usando un serif originale.

Una delle prerogative del logo Prada è quella di non essere statico, bensì di variare in base alle collezioni: in tanti modelli di borse, ad esempio, il logo è composto dalla scritta e un nastro figurato, che sono apposti su una toppa a forma di triangolo; su altri articoli è composto dalle parole “Prada Milano” e su altri ancora, leggiamo solamente “Prada”.

Il simbolismo presente nel loro aziendale è molto chiaro ed è in grado di esprimere l’importanza della maison, che snobba i dettagli troppo pomposi ed eccessivamente ornati, per puntare su scritte lineari, eleganti, piccole e appena visibili, apposte su fibbie, etichette e chiusure minuscole.

Altra caratteristica di questo brand unico nel suo genere, è il fatto che non solo ha puntato sulla scritta, ma quest’ultima è sempre rimasta la stessa sin dal 1919, presentando gli stessi caratteri personalizzati di allora. Per quanto concerne i colori, la casa di moda punta su un elegante minimalismo che, a prescindere da quale sia l’emblema, è monocromatico con una scritta scura su sfondo bianco. Solamente in casi particolari la scritta Prada è dorata o bianca.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.