Logo Jaguar: Storia ed Evoluzione

Jaguar logo

Le origini del noto marchio Jaguar risalgono al 1922, i fondatori furono due amici i quali, innanzitutto, diedero vita allo Swallow Sidecar, un progetto volto alla produzione di sidecar che, successivamente, fu bloccato per dare luce a una nuova idea, ovvero creare la SS Cars Ltd, la prima macchina con marchio SS Jaguar, che fu poi prodotta nel 1935.

Il nome dato nel 1938 dall’ideatore di SS Cars Limited, William Lyons, fu registrato come Jaguar Cars Ltd, poiché l’abbreviazione SS a quel tempo era automaticamente associata al nazismo e pertanto, nel 1945, si rese necessario mettere in atto una sorta di rebranding.

Al contempo, il brand diventava noto senza che nel logo Jaguar fosse presente la sigla SS, perciò si scelse di sostituirlo direttamente con la figura del predatore durante il salto, che divenne parte di vari emblemi Jaguar.

Prima della Jaguar, il predecessore produceva passeggini motorizzati con il brand Swallow Sidecar e vantava un logo composto da un cerchio blu con bordo rosso, un’iscrizione gialla Swallow Sidecar Company e delle ali di uccello piumato ai lati.

Wiliam Lyons, per eliminare la sigla SS che poteva ricordare il secondo conflitto mondiale, nel 1945 rinominò dunque il brand in Jaguar Cars Ltd e adottò l’emblema che fu ufficializzato poi negli anni ’80, ovvero The Leaper, o Leaping Jaguar, che divenne la mascotte sul cofano della vettura.

Si tratta della figura di un predatore che salta: i designer hanno usato solo 2 colori, il nero di contorno e il bianco per la base, apponendo l’iscrizione Jaguar nella parte sottostante e usando cappucci con serif corti e taglienti, in verde scuro.

Fine degli anni 80: viene creata la Jaguar Land Rover Limited

Il marchio Jaguar appartiene dalla Ford Motor Company ormai dal 1989; il brand fu fuso con quello della Land Rover, nel 2002, generando Jaguar Land Rover Limited, scelta che comportò una conseguente la variazione del logo.

I designer idearono una serie di stemmi per trovare quello che meglio riflettesse gli animali araldici, ma alla fine la mascotte fu creata da uno scultore professionista, in grado di renderla più dinamica, sottile e delicata: cambiò anche il carattere tipografico e, al posto del grassetto serif serif si puntò dal grottesco.

L’attuale logo consiste in una sorta di statuetta che rappresenta il Jaguar Leaping, digitalizzato e in 3D, presenta un’ombra esterna e un riempimento metallico che dona alla figura un aspetto tridimensionale. La scritta vicina è disegnata nel medesimo stile, utilizzando lettere compresse e allungata in orizzontale.

La mascotte aziendale è usata esclusivamente in qualità di emblema, ma non è più presente sulle nuove vetture, in conseguenza all’approvazione da parte dell’Unione Europea della legge per la sicurezza dei pedoni, nel 2005. Il simbolo continua a essere apposto comunque su griglia, retro della vettura e ruote.

In alcuni casi, sulla griglia è presente la testa di un giaguaro ruggente dentro un cerchio.

La scelta di puntare su questo animale come emblema è volta a dargli il compito di rappresentare carateristiche come bellezza, eleganza e potere e infatti, nell’immagine l’animale si appresta a saltare, conferendo alla stessa una figura estremamente dinamica, dove la rapidità è accentuata grazie alle raffinate vetture Jaguar.

Altri cambiamenti Jaguar a partire dal 2001

Se fino al 2001 il carattere usato era il serif, il brand cambia e passa all’utilizzo di sans serif, scegliendo una versione modificata di Optima: non tutti sanno che nel 1958 fu Hermann Zapf a puntare sulla versione originale ispirandosi alle lapidi del Rinascimento.

Oggi si predilige il riempimento metallico, dove l’iscrizione Jaguar è realizzata con lo stile delle lettere presenti sui veicoli XJ.

Nella versione attuale regnano l’argento e il grigio, in varie tonalità.

Sono aggiunti poi bianco e nero e il gradiente dona alla figura dinamicità e flessibilità, conferendole l’aspetto della vecchia mascotte del cofano in procinto di saltare.

La tavolozza fredda dà vita invece a un effetto di luminosità metallica ed è automaticamente accostata all’immagine del lusso, della modernità e della nobiltà.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.