Gimp vs Photoshop: Qual’è il Software più Adatto a Te?

gimp e photoshop

Sei al corrente delle differenze fra Photoshop e GIMP, due fra i più rinomati software grafici del mondo?

Se chiedessimo a una persona qualsiasi di nominare un programma fotografico, molto probabilmente il primo (e forse unico) nome che sentiremmo pronunciare sarebbe quello di Photoshop.

Non a caso, questo famoso e potente software di gestione delle immagini di Adobe è divenuto nel tempo uno strumento di riferimento nel settore, ma anche un verbo.

Photoshop ha quasi 30 anni; in questo lungo periodo ha vissuto una crescita davvero notevole, tanto che esistono solo poche funzionalità che il software non è in grado di offrire, quando impiegato al meglio delle sue capacità. Nonostante Photoshop sia assolutamente potente, si rivela essere un software non adatto a ogni tipo di utenza.

GIMP, editor fotografico privo di costi, viene sovente promosso come una buona alternativa a Photoshop. Siamo davvero sicuri che il programma sia in grado di reggere questo ardito paragone? Proviamo a confrontare i due software per scoprirlo.

grafica gratis

L’interfaccia utente

Confrontando Photoshop con GIMP non possiamo non notare come entrambi i software presentino molti pulsanti, toolbar e menu.

Ben si può dunque comprendere come questi programmi siano ricchi di funzionalità; d’altro canto, bisogna dire che questa complessità può intimorire l’utente, almeno durante i primi utilizzi (l’interfaccia di GIMP, in tempi recenti, ha comunque assunto un aspetto più user friendly).

In ogni caso, in entrambi i software è possibile semplificare l’utilizzo di questi strumenti semplicemente nascondendo quelli che non vengono utilizzati spesso o che non sono funzionali alla realizzazione di un lavoro.

Sia su Photoshop che su GIMP dovrai fare molta pratica, non solamente per comprendere le funzionalità di ogni strumento, ma anche per ricordare dove si trova ognuno di essi.

Sapere dove si trovino gli elementi è una parte importante dell’utilizzo di questi software: con l’esperienza sarai in grado di familiarizzare con le opzioni, e ciò si tradurrà in un’esperienza più fluida e soddisfacente, nella quale avrai inoltre la possibilità di provare comodamente nuove funzionalità oltre a quelle che già saprai padroneggiare.

I fondamenti di Photoshop e GIMP

Ci sono due punti fondamentali da osservare prima di decidere di optare per Photoshop. Il primo è il prezzo: non stiamo certamente parlando di un software economico, ma di uno strumento professionale che dunque non può che presentare un prezzo consistente.

Secondariamente, bisogna considerare la curva di apprendimento, perché non potrai raggiungere una solida esperienza con poco impegno. Nonostante ciò, il programma pone a tua disposizione diversi strumenti automatizzati e parzialmente automatizzati che potresti trovare utili.

Se desideri padroneggiare al meglio questo software, devi sapere che qualche ora non sarà certamente sufficiente a tale scopo; dovrai infatti impiegare molte ore ogni giorno per riuscire a ottenere dei risultati degni di nota.

Intendiamoci: non vogliamo in ogni caso asserire che GIMP sia invece un programma semplice. Con il corretto impegno, comunque, anche GIMP può portare a ottenere buona parte dei risultati realizzabili con Photoshop.

Certo, i risultati non saranno esattamente gli stessi, né altrettanto raffinati; il software potrebbe necessitare di più manualità, ma con il giusto impegno saprai sfruttare al meglio una vasta gamma di potenti strumenti di produttività grafica.

https://corsi.it/corso/photoshop-cc-principianti-grafici-alle-prime-armi?ap_id=411158001

Photoshop e GIMP: impatto su hardware e sistema operativo

Sei ancora indeciso su quale software utilizzare per concretizzare i tuoi progetti? Allora è bene considerare l’hardware di cui puoi disporre. Se desideri affidarti a Photoshop dovresti sapere che esso richiede un sistema davvero performante, soprattutto se desideri sfruttare al meglio il software, senza che le prestazioni siano penalizzate.

GIMP potrà invece essere utilizzato più comodamente anche su computer di fascia bassa; com’è facile intuire, tuttavia, un hardware più potente ne facilita l’esecuzione.

Non si può certo non considerare anche il sistema operativo sul quale eseguire questi software: GIMP può essere eseguito su sistemi Windows, Linux e macOS; Photoshop, invece, esclusivamente per macOS e sistemi Windows.

I plugin

Alcuni dicono che il fotoritocco interessi solamente i plugin e che sia Photoshop che GIMP possano garantirne una vasta scelta.

Photoshop è ben apprezzato per la sua lunga serie di plugin, tanto che forse si potrebbe arrivare a spendere più soldi per arricchirne le funzionalità che per il software stesso (nonostante esso includa diversi plugin gratuiti).

Anche le funzioni di GIMP possono essere estese attraverso i plugin, che possono essere aggiunti senza spendere di più.

Le caratteristiche

I due programmi sono indubbiamente ricchi di funzionalità, tanto che, a meno di non farne un utilizzo massiccio, non arriverai probabilmente a sfruttare nemmeno il 50% di ciò che è offerto da entrambi.

Adobe Photoshop dispone praticamente di ogni funzionalità possibile, mentre è lodevole il tentativo di GIMP di replicarne le funzionalità.

GIMP è dotato dello strumento “pennello correttivo”, mentre Photoshop presenta almeno tre strumenti dello stesso tipo; ciò non significa che non sia possibile avere la medesima resa su GIMP, ma semplicemente che bisognerà fare affidamento sulla propria manualità per ottenere dei risultati apprezzabili.

Entrambi i software sono compatibili con il formato RAW, davvero una notizia gradita per tutti i fotografi esperti (anche se probabilmente GIMP non può offrire lo stesso livello di affidabilità).

Un aspetto fondamentale di Photoshop è la modifica non distruttiva, senz’altro interessante per i fotografi; i grafici, invece, saranno contenti del supporto di CMYK.

grafica gratis

Sia Photoshop che GIMP sono programmi contraddistinti da potenti funzionalità, le quali possono addirittura essere estese attraverso l’utilizzo di plugin.

Utilizza Photoshop se sei un fotografo

La modifica è una fase che segue l’elaborazione, ma bisogna anche ordinare le tantissime foto che scatterai.

Dopo aver trascorso qualche ora ad aver scattato fotografie avrai probabilmente catturato diverse centinaia di immagini; buona parte di queste saranno delle semplici prove da scartare, ma sarai in grado di individuare 5-10 fotografie che meritano un ulteriore controllo.

Con Adobe Creative Cloud

Hai la possibilità di aggregare Photoshop con un abbonamento Lightroom. Queste due app sono decisamente utili per ordinare molte fotografie ed estrarre custodi.

È inoltre possibile avvalersi di un processore RAW di rilievo in Photoshop, il quale, semplicemente, non è presente in GIMP. Anche paragonando GIMP con Photoshop Elements (un’ulteriore app di imaging), Adobe ne uscirebbe ancora vincitore.

Per modificare qualche fotografia, GIMP è davvero un programma eccellente; se sei un fotografo professionista, tuttavia, dovrai optare per Photoshop.

Photoshop o GIMP: quale scegliere?

La scelta fra i due famosi software può diventare decisamente più semplice se pensiamo alle nostre esigenze. Se sei un fotografo esperto o un progettista, Photoshop è sicuramente il software migliore per te.

Se però utilizzi Linux, non hai la possibilità di spendere molto e necessiti esclusivamente di un programma grafico da utilizzare saltuariamente, allora GIMP è davvero la soluzione che fa per te.

Desiderate imparare a utilizzare GIMP?

La nostra piattaforma presenta tanti articoli relativi a questo programma grafico. Avrete altresì a disposizione un gran numero di tutorial, con i quali sarete in grado di assimilare tutti i concetti base (e non solo) di GIMP.

Stiamo parlando di tutorial realizzati da progettisti esperti, pertanto andate sul sicuro.

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.