Colore del Logo nella Brand Identity: Significato e Come Sceglierli

Colore del Logo 1

Quando parliamo di Brand Identity ci riferiamo allo scopo che ha un’azienda di trasmettere un’emozione chiara e precisa al suo pubblico.

Si tratta quindi dell’identità sotto forma di valori, idee e azioni sul mercato.

Uno degli elementi più importanti della Brand Identity è il colore (o i colori) che caratterizzano il marchio aziendale.

Per la Brand Identity sono usati colori precisi e in questo articolo troverete un analisi individuale, così da capire quanto i colori influiscono sul piano emozionale nei confronti della vostra audience.

Il concetto di Brand Identity si muove sull’ambito psicologico/emozionale del pubblico a cui è mirato il marchio, e la sua attività commerciale si esprime prevalentemente sotto l’aspetto grafico a partire, appunto, dal logo.

Per capirci: le tonalità calde (rosso, giallo, arancione) trasmettono energia e decisione mentre i toni leggeri (per esempio il celeste, lilla) infondono sensazioni di sicurezza e tranquillità.

Da questa breve premessa si intuisce quanto è importante scegliere il colore adatto.

Adesso cominciamo a vedere questi concetti più nel dettaglio:

Colori del Logo e Significato

Arancione

logo arancione

Il color arancione è l’equilibrio perfetto derivante dalla somma del rosso e giallo: ha la caratteristica d’infondere vivacità, dinamismo ma anche senso di comfort perché, seppur essendo un tono caldo, è equilibrato.

Sul piano emotivo ha un influsso molto forte attirando immediatamente l’attenzione.

Sotto il profilo grafico viene applicato sugli alimenti energetici perché stimolante, aziende di elettronica, luoghi di attività ginnica ma anche di consulenza poiché ispira pensiero creativo e dinamico.

Giallo

Nikon Logo

L’allegria nella nostra scala emozionale è rappresentata dal giallo.

Infatti se pensiamo al giallo viene alla mente il sole, la felicità, la sensazione di ottimismo e di benessere generale.

Quindi influisce in maniera profonda come il rosso ma, assieme all’arancione, è una tonalità più tenue sul nostro inconscio ma profondamente d’impatto che crea positività.

La caratteristica principale del giallo è che ha la tendenza di essere molto evidente; dettaglio per il quale spesso è abbinato allo sfondo nero: ciò genera una comunicazione semplice, efficace e immediata.

Operatività, creatività sono dunque gli aggettivi che descrivono il giallo poiché promuove l’ottimismo, il comunicare, il positivo e l’espansione.

Osservando i loghi aziendali che usano il giallo lo troviamo nei settori tecnologici, in quelli dedicati alla comunicazione (pensiamo alla Nikon) ma anche in tantissime società che offrono energia domestica e carburante auto.

Blu

Osservando i grafici di risposta dati da parte di un campione di persone, il 42% ha affermato che il blu (assieme a tutte le sue gradazioni dal pastello fino al più intenso come la tonalità “carta da zucchero”) è il colore da loro favorito.

blu logo

Infatti il blu è il colore maggiormente usato negli elementi grafici e loghi poiché genera, nella nostra scala emozionale, differenti emozioni tutte mirate alla fiducia, alla tranquillità, al relax, alla calma, alla riflessione, alle azioni misurate e non impulsive: caratteristiche che ci immettono in un atteggiamento di amicizia ed è per questo che primeggia, in particolare, nei social network.

Inoltre, trasmettendo e generando fiducia il blu è presente nelle istituzioni ufficiali statali (pensiamo ai Carabinieri e alla Polizia di Stato, alle varie formazioni politiche, enti bancari nonché assicurativi o di finanziarie).

Il blu grazie alla forza emozionale di fiducia e sicurezza è largamente usato nelle azioni di marketing.

Marrone

Restando nei colori caldi abbiamo il marrone caratterizzato dal fatto che nella nostra mente è collegato alla terra e quindi alla natura.

marrone logo

Il marrone è un colore molto particolare dunque da osservare sotto due punti di vista e cioè nelle varianti chiare e scure: nei casi in cui la sua gradazione è chiara trasmette comodità e benessere (infatti è applicato nelle composizioni di grafica per infondere luminosità ed eleganza); al contrario nella sua versione scura infonde un senso di semplice e durezza allo stesso tempo richiamando la neutralità della terra e delle essenze legnose.

Proprio per questa caratteristica di semplicità, di autenticità il colore marrone scuro è molto presente nelle aziende che si occupano di fabbricazioni in legno, produzioni di caffè e, ovviamente, cioccolata.

Tuttavia il marrone ha la capacità di essere anche molto elegante nella variante con sottotono dorato/avorio: rileviamo la sua presenza in loghi particolarmente ricercati e di charme.

Un colore molto elegante, specialmente se abbinato a una tinta speciale, come l’oro: non è difficile trovare tonalità simili in progetti grafici sofisticati e di charme.

Vero è che la sua applicazione in grafica richiede una certa abilità poiché si rischia di richiamare alla mente sensazioni negative come, per esempio, abbandono, poca cura e sporco.

Il marrone, inoltre, è molto indicato in ambito maschile proprio per la sua forza virile.

Rosso

Le vibrazioni intense e molto stimolanti sono dati dal rosso che è un colore dinamico e forte.

Lui, infatti è il colore che caratterizza la passione, l’amore profondo, la positività e le emozioni vive.

logo rosso

Capace nella sua forza visiva di generare in noi diversi livelli di emotività attira la nostra attenzione in ogni contesto infondendo la necessità d’immediato, di stimolo, di rapidità.

La sua applicazione trova largo uso nel settore alimentare poiché richiama l’appetito (pensiamo alla Coca-Cola o alle nostrane Barilla e Ferrero).

Il rosso necessita di attenzione perché se non accostato correttamente può generare sensazioni sgradevoli quali emergenza, pericolo, debito.

Sul piano visivo è stancante per gli occhi ed essendo eccitante crea difficoltà nel sonno perché alimenta il circolo sanguigno.

Dunque è un colore che obbliga a un uso moderato e intelligente.

Verde

Le caratteristiche del verde richiamano il blu.

Tutti e due i colori trovano i medesimi campi di applicazione ma il verde è molto presente per tutto quello che riguarda il naturale, il biologico, senza elementi inquinanti.

logo verde

Insomma la sua applicazione trova un buon impiego per tutto ciò che è salvaguardia della natura.

Dunque il colore della vita e nella grafica è usato per trasmettere serenità ma anche dinamicità e tranquillità.

Un colore che rassicura e calma. Pensiamo ai loghi delle applicazioni dedicate alla comunicazione (WhatsApp per esempio).

Il verde ha la capacità di esaltare emozioni più o meno intense a seconda della sua gradazione e quindi se è scuro infonde un senso di sicuro, di fiducia (pensiamo ad alcune Banche che hanno nel loro logo il verde scuro).

Contrariamente la versione eccessivamente chiara (con sottotono giallo) risulta fastidioso.

Dunque è saggio impiegare il verde in tonalità moderate per generare emozioni e sensazioni di equilibrio, accrescimento e, ovviamente, ricchezza (pensiamo ai soldi e al colore usato per indicarli).

Viola

Il viola nasce dalla combinazione del rosso e il blu.

Dunque porta con se la passionalità e l’affidabilità che caratterizzano i colori che lo generano.

logo viola

Un colore che trova un campo applicativo ampio e che con facilità si accosta a vari tipi di attività economiche.

Il viola appartiene alla scala dei colori secondari e vuol dire che porta con se sensazioni di creatività ma anche di saggezza.

In ambito di preferenze è il colore maggiormente scelto dalle donne.

Interessante è la sua efficacia in ambito spirituale generando nell’animo emozioni immediate e profonde.

Tutte queste caratteristiche lo vedono protagonista nell’alta moda, nella cosmesi e in tutti quei settori dedicati direttamente alla persona.

Quindi è un colore che parla della e alla persona: motivo per il quale è presente anche nei settori finanziari e nel web (Yahoo è l’esempio lampante).

Rosa

logo rosa

Il colore del femminile per eccellenza.

Nel rosa troviamo anche emozioni di leggiadria, di delicato e, naturalmente, di romanticismo.

Il rosa, nonostante in se abbia sensazioni piacevoli, ha il doppio lato di risultare troppo fragile, infantile.

Infatti lo troviamo largamente usato nei settori a uso infantile e in particolare in articoli dedicati alle bambine; mentre nella sfera femminile (e qui si vede come lo stereotipo rosa=donna crolla) prevalgono il blu seguito dal viola.

Grigio

Il grigio è il colore dell’equilibrio neutrale per eccellenza privo di pendenze emozionali.

logo grigio

Trasmette infatti stabilità, persistenza e fermezza, tutte qualità che, sul piano inconscio, richiamano i metalli: le caratteristiche del grigio trovano quindi un’applicazione mirata nei settori tecnologici e informatici (pensiamo al logo Apple).

Il grigio ha la capacità di trasmettere sensazioni di convenzionalità e dignità allo stesso tempo esprimendo emozioni di distacco e solennità.

Ha un’eleganza innata come il bianco e il nero ma il suo impatto è molto meno duro confronto a quest’ultimo colore quindi viene scelto per infondere un senso di serietà e misura in modo più delicato tralasciando l’aggressività del nero.

In campo commerciale lo vediamo molto presente nell’industria dell’automobile. Interessante è che seppur il grigio è molto usato nell’industria e applicazioni grafiche non è particolarmente amato dalle persone; infatti avendo un margine di apprezzamento piuttosto contenuto è bene usarlo solo se in mente è ben chiaro a chi è mirato il logo.

Nero

logo nero

Il nero in ambito artistico ha il significato di non contenere nessun colore dell’intera scala cromatica.

L’opposto del bianco ma tutti e due hanno la caratteristica di un facile accostamento a qualsiasi tonalità.

Il nero predilige accostamenti a colori molto importanti oppure piuttosto tenui poiché tendono a valorizzarsi a vicenda.

Tuttavia intramontabile è l’accompagnamento reciproco dato dal nero e bianco: concetto naturale di ricercatezza e buon gusto.

Sotto il profilo grafico se impiegato da solo il nero ha la caratteristica di essere pesante e faticoso e, dunque, se non usato bene c’è il pericolo d’infondere, sul piano emotivo/emozionale, sensazioni drastiche e negative (per capirci, è associato alla fine, alla morte, alla cattiveria, all’occulto).

Il nero porta con se questo lato oscuro ma ha il vantaggio di stuzzicare la nostra mente: quindi compare nella moda assieme all’oro e all’argento e nella cosmesi lo ritroviamo nelle fragranze per la persona come in ambito artistico e nell’home-decor.

Bianco

Il bianco lo associamo naturalmente a tutto ciò che puro, pulito, innocente, privo di malizia, alla virtù stessa.

In se racchiude tutti i colori, al contrario del nero, ma a differenza di quest’ultimo non ha, apparentemente, personalità ma spesse volte è il colore dominante usato per risaltare il contorno.

Di suo ha una forza straordinaria d’infondere un’eleganza molto accentuata, marcata.

Dunque, merito delle caratteristiche appena descritte, è preferito in tutti i contesti dove è necessario trasmettere i pensieri di pulito e cura (per capirci, il bianco delle lenzuola degli alberghi, ospedali come anche la tenuta dei dottori, il camice e tutti i locali igienizzati in generale).

In ambito grafico è molto deciso nel conferire un taglio sostanziale e ricercato al progetto in elaborazione.

Il bianco trova un’applicazione impeccabile in tutti contesti in cui si vuole trasmettere, e suscitare, sensazioni di moderazione, gradualità, purezza.

Il suo campo è, quindi, pressoché infinito dal forte accento esteticamente elegante.

In grafica, infatti, lo spazio bianco ha una valenza importantissima poiché crea ordine, distanza, luce.

Nella cultura occidentale il bianco è subito abbinato alla sfera religiosa, in particolare modo al battesimo, matrimonio, cresima.

Motivazione per la quale ha un impiego prevalente in tutti i loghi che richiamano i sacramenti (basta pensare ai loghi, oppure le insegne, dei punti vendita dedicati agli abiti nuziali).

Parlando di matrimoni è inevitabile non pensare anche ai siti di fotografia: infatti c’è l’abitudine di usare il bianco come sfondo neutro per conferire un maggiore risalto alle immagini presenti (le foto sono più vive centrando l’obiettivo di essere in primo piano e dirette).

Volete approfondire le basi grafiche?

Nel nostro sito trovate tanti articoli per approfondire le basi della grafica imparando a usare i programmi Adobe in modo davvero veloce e facile, senza difficoltà.

Oltre a questo, troverete corsi creati per aiutarvi a prendere confidenza rapidamente con i concetti di base per cominciare a cimentarvi in progetti di grafica, nonché elementi di approfondimento per perfezionarvi ancora di più.

Ogni corso è ideato e preparato da designer che sono attivi da anni e con una lunga esperienza alle spalle.

Cliccate qui in basso per poterli vederli:

footer grafica 1

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.