Colore Beige: Composizione, Come Usarlo e Come si Fa

beige colore

Come si realizza il colore beige?

Qual è la sua composizione?

Il beige figura fra le tonalità più apprezzate e, in particolare, costituisce uno fra gli elementi più caratteristici di uno degli stili più moderni, ossia il Shabby Chic.

Stiamo per analizzare le proprietà di questo colore, al fine di comprendere come utilizzarlo al meglio all’interno della nostra abitazione.

Il beige rappresenta una gradazione di marrone che tende al grigio, rivelandosi essere una colorazione adatta sia alle abitazioni private che ai luoghi pubblici (per esempio i bar).

Il beige presenta delle interessanti caratteristiche, che riguardano sia il significato che la sua composizione.

È una colorazione neutra e naturale, contraddistinta da un elevato livello di versatilità, che la rende ottimale per realizzare degli abbinamenti.

Il nome è di origine francese, ed era impiegato per indicare il colore naturale della lana, ancor prima di essere tinta e trattata.

Al giorno d’oggi il colore riveste un ruolo di primaria importanza non solamente all’interno del design, ma anche per ciò che riguarda gli abbinamenti; si tratta infatti di un colore elegante anche quando accostato ad altre colorazioni.

Siamo pronti per vedere come abbinarlo e impiegarlo.

beige chiaro

Il beige: la composizione

Nel momento in cui si parla di composizione di una colorazione ci si sta riferendo alla gradazione da lavorare per ottenerlo.

Prima ancora di esaminare le caratteristiche del colore, ci occupiamo di comprendere come si realizzi questa tonalità, tramite la combinazione di colori primari e secondari.

Prima di tutto è necessario mischiare il bianco e il marrone; tuttavia, in seguito, è possibile accorpare un ulteriore colore a proprio piacimento, per rendere la gradazione più chiara o scura.

Il beige scuro

Per ottenere una gradazione più scura di beige bisogna impiegare un tocco di nero; in questo modo si potrà ottenere una combinazione ottimale di duttilità (derivante dal chiaro) e di raffinatezza (dallo scuro).

Il risultato finale potrebbe essere un marrone oppure una sfumatura che tende al rosa scuro.

In ogni caso, con un beige scuro sarà possibile ottenere un colore assolutamente capace di inserirsi magnificamente all’interno di un qualunque ambiente, abbinandosi a colori come l’arancione, il bronzo, il bianco e la carta da zucchero.

La fantasia è davvero un ingrediente fondamentale per arredare al meglio la propria casa!

Il beige chiaro

Si tratta senza dubbio di una colorazione amata e spesso impiegata per l’arredamento di casa, anche per realizzare dei suggestivi contrasti.

Effettivamente, con questa tonalità è possibile caratterizzare gli ambienti costituendo una base ottimale, perché in grado di adattarsi al meglio come il bianco, riuscendo però al contempo ad abbinarsi a colori scuri come il blu, il nero e il marrone, oltre che con il giallo e il verde.

Il beige chiaro si rivela essere davvero un grande colore per la camera da letto, il salotto e le camere di passaggio.

Il significato del colore beige

Il beige è fondamentalmente una colorazione capace di comunicare tranquillità, serenità e armonia, che stimola il dialogo per via dell’effetto distensivo che esprime.

In altre situazioni, invece, il colore viene impiegato in associazione a vanto e agio.

Nell’interior design, la colorazione viene impiegata per spezzare la piattezza del bianco, nonché per la sua grande lucentezza.

È un colore davvero indicato per l’ufficio.

beige scuro 1
Old paper texture, vintage paper background, antique paper with brown coffee stains

Per ciò che riguarda l’abbigliamento, vestire beige vuol dire non voler stare al centro dell’attenzione, pur mostrandosi raffinati ed equilibrati.

È una colorazione neutra, caratterizzata da una saturazione contenuta e sovente impiegata perché non in grado di attirare l’attenzione.

Esistono differenti varietà di beige: da quello chiaro, dominato dal bianco, al caffè beige, nel quale prevale il marrone.

Naturalmente è possibile trovare anche il beige classico, ossia la gradazione che corrisponde precisamente alla colorazione della lana grezza.

Il beige viene frequentemente chiamato anche color pergamena o sabbia.

Il beige è un colore eclettico in grado di offrire tranquillità, ricordando la natura autunnale.

Stiamo parlando di un colore davvero particolare all’interno dello spettro dei colori; il motivo risiede nella sua capacità di assumere tonalità fredde o calde in base alle colorazioni che lo accompagnano.

Pertanto, bisogna certamente prestare una grande attenzione ai colori a cui viene accostato.

Il marrone in esso contenuto permette al beige di esprimere calore (anche se a volte può risultare noioso); il bianco, invece, la lucentezza.

Il beige nell’abbigliamento

Il beige, chiamato anche color cammello, si rivela essere una tonalità davvero capace di adattarsi all’abbigliamento di tutte le donne, così come il nero e il bianco; basterà semplicemente optare per la sfumatura che più di ogni altra farà al proprio caso.

Alle bionde è consigliata una sfumatura che tende al miele; per le more una cannella; le rosse, invece, possono scegliere un beige più intenso.

In ogni caso, chi sceglie questo colore mostra di amare l’equilibrio, lo stile e la praticità.

Beige: gli abbinamenti

Il beige figura fra i colori più utilizzati per l’arredamento di casa.

Esattamente come gli altri colori neutri, esso è adattabile, facile da abbinare e in grado di comunicare armonia e pace.

Il beige si rivela essere decisamente adatto a molteplici stili d’arredamento, dal country a quello minimale, dallo stile rustico a quello nordico.

Le possibilità di utilizzare il beige in casa non mancano di certo: può venire impiegato per mobili e oggetti d’arredo, in combinazione con parquet in legno.

Ma di questo colore possono essere anche i divani, i cuscini e le tende di un’abitazione dallo stile Shabby Chic. Si presta ad arredare una qualunque stanza, dal bagno alla cucina, dalla camera da letto al salotto. Se ne sconsiglia l’utilizzo solamente per la camera dei bambini.

Data la sua natura versatile, il beige può essere facilmente associato a colorazioni scure (come il nero, il grigio e il blu) e a quelle neutre (come il bianco).

Più audaci, invece, gli accostamenti con il giallo, l’arancione e il corallo.

Naturalmente è meglio non realizzare troppi abbinamenti di colore, se non si desidera optare per uno stile etnico.

Si ricorda comunque di abbinare fra loro un massimo di tre colori.

Le basi della grafica: come ottenerle

La nostra piattaforma dispone di molte risorse con le quali poter iniziare concretamente a imparare la grafica utilizzando programmi come Adobe, in maniera del tutto facile e rapida.

Disponiamo anche di una vasta scelta di corsi, con i quali sarete in grado di assimilare i concetti fondamentali se siete agli inizi, ma anche quelli più complessi se non siete dei principianti.

Li hanno realizzati dei designer competenti nel settore; pertanto, si tratta di materiale di qualità!

Cliccate sotto per visualizzarli.

Alessia T.

Ciao, io sono Alessia e faccio parte del team di Grafica-Facile.com! Ho una grande passione per il design e, avendo molta esperienza nel settore, ho deciso di partecipare in questo bellissimo progetto per condividere il mio sapere sul graphic e web design.

Ritorna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.